Giuseppe Landi
No Comments

Gp Austin: Marquez domina, sorpresa Dovizioso

Marquez e Pedrosa piazzano le due HRC sui gradini più alti del podio, completato dall'ottimo Dovizioso. Rossi 8°, Lorenzo paga un'ingenuità e chiude 10°

Gp Austin: Marquez domina, sorpresa Dovizioso
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Marquez domina il Gp delle Americhe e sale sul gradino più alto del podio. Pedrosa ottiene il secondo posto, con un sorprendente Dovizioso che chiude terzo; l’italiano in sella alla Ducati si è reso protagonista di una grande rimonta, visto che partiva dalla decima posizione. La casa di Borgo Panigale non piazzava una moto sul podio dal settembre del 2012, quando Rossi arrivò secondo.

Dovizioso giunge terzo ad Austin

Andrea Dovizioso riporta la Ducati sul podio

LA GARA – Lorenzo parte prima ancora che si spenga il semaforo, compiendo una grossa ingenuità e venendo penalizzato con un ride through; lo spagnolo rientrerà in fondo al gruppo. Marquez intanto scava il largo su Pedrosa, con quest’ultimo che ipoteca subito la seconda piazza. Iannone si rende protagonista di una grande gara balzando 3° davanti a Bradl, Crutchlow, Dovizioso e a Valentino Rossi che prova a rimontare dopo una pessima partenza. Il Dottore in cinque giri arriva quarto, avvicinandosi a Iannone. All’ottavo giro però il colpo di scena: la gomma cede e Rossi viene sorpassato da ben quattro piloti, arrivando quindi 8°. Continua intanto la lotta per il terzo posto tra Iannone, Dovizioso e Bradl, con il primo che è costretto ad abbandonare i sogni di gloria per un problema all’anteriore; finirà 6°. Bradl e Dovizioso battagliano fino alla fine, con il ducatista che a quattro giri dal termine trova il sorpasso sul tedesco, difendendo la posizione fino all’ultimo giro.

Pos. Points Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time/Gap
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 159.4 43’33.430
2 20 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 159.2 +4.124
3 16 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 158.2 +20.976
4 13 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 158.0 +22.790
5 11 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 158.0 +22.963
6 10 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 157.8 +26.567
7 9 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 157.7 +28.257
8 8 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 156.7 +45.519
9 7 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 156.6 +47.605
10 6 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 156.5 +49.111
11 5 69 Nicky HAYDEN USA Drive M7 Aspar Honda 155.8 +1’00.735
12 4 7 Hiroshi AOYAMA JPN Drive M7 Aspar Honda 155.6 +1’03.954
13 3 68 Yonny HERNANDEZ COL Energy T.I. Pramac Racing Ducati 155.4 +1’07.333
14 2 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Honda 154.2 +1’27.972
15 1 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Avintia 154.0 +1’32.376
16 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 154.0 +1’32.543
17 9 Danilo PETRUCCI ITA IodaRacing Project ART 153.6 +1’39.176
18 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Avintia 152.9 +1’51.962
Not Classified
45 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 155.2 2 Laps
5 Colin EDWARDS USA NGM Forward Racing Forward Yamaha 154.9 4 Laps
35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 152.4 9 Laps
19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 158.3 12 Laps
23 Broc PARKES AUS Paul Bird Motorsport PBM 151.3 13 Laps

Giuseppe Landi (@Beppe_SC24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *