Giuseppe Landi
No Comments

Lo Spezia bussa due volte al Manuzzi

Un buon Spezia, a tratti autoritario coglie la prima vittoria della propria storia al Manuzzi. Un Cesena irriconoscibile cede il passo alle aquile

Lo Spezia bussa due volte al Manuzzi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In pochi avrebbero scommesso alla vigilia il blitz dello Spezia sul campo del Cesena, che si preparava al momentaneo sorpasso ai danni dell’Empoli. Ma il bello del calcio è proprio questo; i pronostici della vigilia talvolta vengono stravolti da quello che accade sul terreno di gioco, e questo è il caso della sfida tra Cesena e Spezia di questa sera.

MANUZZI ENTUSIASTA – Il pubblico di Cesena risponde con grande entusiasmo, la vittoria di Terni fa tornare il grande pubblico unito a una serie di 4 risultati senza sconfitte. Di fronte c’è uno Spezia che non vince da numerose giornate, proveniente da due deludenti pareggi con Spezia e Modena. La gara però offre temi opposti; Spezia che tiene maggiormente il pallino del gioco. Dopo soli 2′ episodio da moviola in area romagnola, Volta colpisce con la mano una conclusione ravvicinata di Ebagua l’arbitro lascia proseguire. Al 7′ ci prova Magnusson da fuori con palla che si perde alta. Al 11′ è Gensoglu a provarci di testa con palla alta non di molto. Cesena che con il passar del tempo alza il baricentro ma non va oltre a un paio di corner consecutivi, la gara è godibile e equilibrata con pochissimi tiri dalle verso le porte avversarie. Al 33′ è Giannetti a provarci con un bel colpo di tacco in bello stile che però non trova la porta. Nel finale del tempo è Marilungo che da posizione defilata prova il sinistro con palla sull’esterno della rete.

Pierpaolo Bisoli, allenatore del Cesena

Il Cesena di Bisoli battuto dallo Spezia nell’anticipo della 34^ giornata di Serie B

RIPRESA – Bisoli prova a dare una scossa, dentro Alhassan per lo spento Gagiardini. Lo Spezia alla prima occasione della ripresa passa: 48′ punizione da destra di Scozzarella colpo di testa efficace seppur stilisticamente non bellissimo di Giannetti che mette fuori causa Coser per il vantaggi degli aquilotti. La reazione del Cesena è tutt’altro che veemente, al 53′ Sammarco sfiora di un niente il raddoppio con un tiro dai 20 metri.

IL GIALLO – Dubbi che la moviola non mitiga, in occasione del gol annullato a Succi al 57′. Punizione di Defrel palla deviata probabilmente da un due giocatori dello Spezia all’interno dell’area piccola, finendo per favorire l’attaccante dei romagnoli che insacca l’arbitro annulla su segnalazione del suo collaboratore di destra. E’ un lampo in una serata buia per i romagnoli, perchè lo Spezia gestisce la gara con efficacia, sfiorando il 2-0 con Lisuzzo su palle inattive in un paio di circostanze. Il Cesena prova a spingere ma fatica terribilmente a rendersi pericoloso. Il neoentrato Bellomo con un bellissimo gol di destro dai 20 metri spostato sulla sinistra chiude la contesa. Lo Spezia torna a sperare nei play-off e forse in qualcosa di più per il Cesena è una brusca battuta d’arresto.

Il tabellino della gara:

CESENA (3-5-2): Coser 5.5, Camporese 6, Volta 5.5, Consolini 5.5 (66’Rodriguez 5.5), Defrel 6, Coppola 5.5, Gagliardini 5(46′ Alhassan 6), Belinghieri 6, D’Alessandro 6, Succi 5, Marilungo 5.5( Garritano s.v). A disp.: Rossini, Galassi, Valzania, De Feudis, Ingegneri, Moncini. All. Bisoli.

SPEZIA (4-3-2-1): Leali 6, Baldanzeddu 6.5, Lisuzzo 6, Magnusson 6.5, Migliore 6.5, Gentsoglu 6, Scozzarella 6.5(89’Ashong), Sammarco 6, Culina 6 (66’Orsic 6), Ebagua 6 (75’Bellomo 6.5), Giannetti 6. A disp.: Valentini, Ciurria, Ceccaroni, Catellani, Bastoni, Appelt. All. Mangia.

ARBITRO: Merchiori di Ferrara.

RETI: 48′ Giannetti, 83’Bellomo.

NOTE: Ammoniti: Baldanzeddu, Coppola, Consolini, Gentsoglu, Giannatti, Rodriguez.

Stefano Scarpetti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *