Enrico Cunego
No Comments

Siviglia-Porto 4-1: tempesta andalusa sui portoghesi

Con 3 gol nei primi 30 minuti il Siviglia rimonta l'1-0 dell'andata schiantando un Porto tramortito. Il gol della bandiera di Quaresma giunge solo al 91'

Siviglia-Porto 4-1: tempesta andalusa sui portoghesi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Estadio Sanchez Pizjuan: è qui la festa. Il Siviglia padrone di casa distrugge un fragilissimo Porto conquistando così la semifinale di Europa League. Una gara assolutamente dominata dagli andalusi, in vantaggio di 3 reti già dopo soli 30 minuti di gioco. Nella ripresa nonostante l’espulsione di Koke Gameiro arrotonda il risultato, mentre solo al 91′ l’ex Inter Quaresma segna l’unico gol lusitano. Una partita a senso unico ed una straordinaria prova di forza per i bianco-rossi, che mandano chiari segnali di avvertimento alle potenziali 3 avversarie. Ma andiamo a vedere come si è sviluppata la gara.

PRIMO TEMPO – Una pesante assenza per il Siviglia alla vigilia del match: manca lo squalificato terzino sinistro Alberto Moreno, prossimo al passaggio in estate al Real Madrid. Ancora peggio sul versante Porto, con Castro che, sempre per squalifica, deve far a meno del faro di centrocampo Fernando e di super bomber Jackson Martinez, capocannoniere della squadra con 21 gol stagionali. Siviglia che gioca col 4-2-3-1 con Bacca unica punta, Porto che risponde col 4-1-2-3 con la linea d’attacco formata da Varela, “trivela” Quaresma e dall’algerino Ghilas, sostituto della “Pantera Negra” Martinez. Si parte e subito si capisce che il Siviglia renderà impossibile la vita ai lusitani. Al 4′ Fabiano, sostituto dell’infortunato di lungo corso Helton, salva su tiro del colombiano Bacca, che un minuto dopo si fa atterrare in area da Danilo. Calcio di rigore e dal dischetto Rakitic non sbaglia. Siviglia che continua a dominare il gioco ed al 18′ Reyes si fa parare una conclusione da Fabiano. Al 24′ primo acuto di un Porto impaurito con Quaresma, su cui si immola Beto. Passano due minuti ed ecco il raddoppio andaluso: Fernando Navarro ruba palla a centrocampo, Bacca prolunga di testa per Vitolo, il quale si invola verso la porta battendo Fabiano con un diagonale che fa esplodere di gioia il Pizjuan. E’ il gol che ribalta il discorso qualificazione in favore degli spagnoli. Passano solo 3 minuti ed il Siviglia va ancora in rete grazie a Carlos Bacca, che controlla palla in area di rigore ed infila Fabiano di interno destro nonostante il tentativo di opposizione di 3 avversari. Il pubblico è nel pieno di un autentico delirio ed in questo clima caldissimo il Porto prova a reagire, sfiorando il gol al 40′ ed al 42′ con le conclusioni di Herrera e Defour, che per poco mancano il bersaglio. Dopo due minuti di recupero si concludono i primi 45 minuti di autentico splendore per il Siviglia e di incubo profondo per il Porto.

SECONDO TEMPO – Castro prova a dare la scossa ai suoi con l’ingresso in campo di Lica e di Quintero per i disastrosi Varela e Carlos Eduardo, ma dopo 5 minuti anche l’allenatore bianco-azzurro deve lasciare il campo, a causa delle reiterare proteste per un sospetto tocco di mano di Dani Pareja. Il nostro Gianluca Rocchi caccia in tribuna il mister portoghese. Quattro minuti dopo lascia la gara anche Coke, punito col secondo giallo per un’entrata da dietro su Quaresma. In 11 contro 10, il Porto ha l’occasione di riaprire il discorso qualificazione e sia Herrera che Quaresma vanno vicini alla fondamentale rete. Porto che domina la gara, senza però essere concreto in zona-gol ed al 78′ arriva l’apoteosi per il Siviglia: cross dal fondo di Vitolo, respinta di pugno da parte di Fabiano, ma sul tocco del portiere brasiliano è ben appostato Gameiro, che ribadisce in rete. E’ la rete che tramortisce il Porto, che rischia il quinto gol con l’argentino Fazio che di testa manda fuori di un soffio la punizione calciata da Rakitic. A questo punto la partita scorre liscia fino al 91′, quando Quaresma, il migliore dei suoi, trova il gol della bandiera grazie ad una grandissima botta da fuori area che finisce la sua corsa nell’angolino alto alla destra di Beto. Gran gol, ma ormai è troppo tardi, ed uno splendido Siviglia può godersi la propria meritata qualificazione. Partita fallita in maniera clamorosa dal Porto, che continua a vivere una stagione da incubo che ha portato anche all’esonero di Paulo Fonseca a causa del terzo posto in classifica. Ora gli obbiettivi stagionali sono la Coppa Nazionale e la Coppa di Lega.

TABELLINO

Siviglia (4-3-2-1): Beto; Coke, Pareja, Fazio, Navarro; Carriço, M’Bia; Reyes (56′ Diogo Figueiras), Rakitic (86′ Trochowski), Vitolo; Bacca

Porto (4-1-2-3): Fabiano; Alex Sandro, Danilo (64′ Kelvin), Mangala, Reyes; Defour; Eduardo (46′ Quintero), Herrera; Varela (46′ Lica), Ghilas, Quaresma

Arbitro: Gianluca Rocchi (Italia)

Tra le 4 sfide di questi quarti di finale di Europa League, quella in programma in Andalusia è certamente la più equilibrata. Al “Sanchez Pizjuan” i padroni di casa bianco-rossi cercheranno di rimontare l’1-0 firmato Eliaquim Mangala subito al “Dragao”. Gol che favorisce leggermente i portoghesi, che cercheranno di dare un seguito al favorevole ottavo di finale contro il Napoli, che ha visto i bianco-blu prevalere dopo l’1-0 della gara di andata. E’ una partita fondamentale per entrambe le squadre: il Siviglia vuole dare un seguito all’ottimo periodo di campionato (6 vittorie nelle ultime 7 gare e nel mirino il quarto posto) con un posto tra le migliori 4 della competizione, mentre il Porto vuole provare ad avanzare e a vincere quello che è diventato il principale obbiettivo stagionale, visto l’ormai incolmabile ritardo dal Benfica capolista. Stagione difficile per i portoghesi, che probabilmente dovranno accontentarsi dei preliminari di Champions. Per quanto riguarda la viglia della gara, nel Siviglia spicca la pesantissima assenza per squalifica del terzino Alberto Moreno, ma per il Porto le assenze sono ancora peggiori: sempre per squalifica sono fuori Fernando e soprattutto il bomber Jackson Martinez. Al messicano Herrera ed all’algerino Ghilas il compito di sostituirli degnamente.

I PRECEDENTI- Oltre all’1-0 dell’andata l’unico doppio confronto in campo europeo tra le due squadre risale all’Europa League 2010/2011, quando gli uomini dell’allora allenatore Vilas-Boas sbancarono Siviglia con un 2-1 che rese ininfluente l’1-0 spagnolo al “Do Dragao” nella gara di ritorno. Un successo che consentì al Porto di accedere agli ottavi di finale di una competizione che avrebbe in seguito vinto.

PROBABILI FORMAZIONI

 Siviglia (4-2-3-1): Beto; Coke, Fazio, Pareja, Navarro; Mbia, Carriço; Reyes, Rakitic, Marin; Bacca. All: Emery.

Porto (4-2-3-1): Fabiano; Danilo, Reyes, Mangala, Alex; Eduardo, Defour; Varela, Herrera, Quaresma; Ghilas. All: Castro.

Arbitro: Gianluca Rocchi (ITA).

QUOTE 

La quota che vede un Siviglia vincente è data 1,80, mentre la vittoria portoghese è data a 4,00. Il pareggio invece è a 3,60. Interessante la quota dell’under 2,5: 1,78.

RADIO DIRETTA EUROPA LEAGUE – Torna questa sera l’appuntamento con la diretta streaming su SportCafe24 ed il canale Youtube di RadioSportCafe24. Radio cronaca live dalle 20.55 di Juventus-Lione e aggiornamenti in tempo reale dagli altri campi dell’Europa League. Potrete interagire sulla nostra fanpage e su Twitter tramite l’hashtag #askSportCafe24. Segui le emozioni della Uefa Europa League su SportCafe24.com!

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *