Connect with us

Basket

Eurocup: Unics Kazan schianta la Stella Rossa, Valencia show contro il Novgorod

Pubblicato

|

Valencia Basket

L’Eurocup si avvia verso l’atto conclusivo con la finale che si disputerà tra l’Unics Kazan e il Valencia (and. 1/05, rit. 7/05). I russi hanno eliminato in semifinale la Stella Rossa Belgrado ribaltando il punteggio della gara d’andata; tutto facile invece per gli iberici che si sono imposti anche nel ritorno sul Niznij Novgorod, altro club russo.

UNICS KAZAN – STELLA ROSSA BELGRADO 84-67

Dopo essere usciti sconfitti a Belgrado per 63-52 l’Unics Kazan è riuscito nell’impresa di ribaltare il risultato vincendo nettamente 84-67, grazie ad un Nikos Zisis in formato Nba. Il playmaker greco ha infatti messo a segno 26 punti (tutti nella ripresa), decisivi per l’approdo in finale della sua squadra. Primo quarto di gara molto equilibrato, si chiude infatti sul 15 pari. Nel secondo periodo i padroni di casa allungano, andando negli spogliatoi sul +6 (42-36). Al rientro sul parquet l’Unics piazza il parziale decisivo portandosi sul +15, ma la Stella Rossa non molla e con alcuni tiri liberi prova a rientrare in partita; i serbi devono fare i conti però con Zisis che al termine del terzo quarto riporta i suoi sul +16. Nell’ultimo quarto Simonovic mette a segno subito una tripla che fa ben sperare la Stella Rossa, ma Zisis e compagni chiudono definitivamente i conti conquistando il pass per la finale.

Unics: Zisis 26, Goudelock 17, Kaimakoglou 12.

Stella Rossa: Marjanovic 12, Nelson 11, Katic 10.

NIZHNY NOVGOROD – VALENCIA 53-79

Dopo aver vinto sul proprio parquet di 9 punti il Valencia si ripete anche in casa del Nizhny Novgorod. La squadra di coach Lukic prova a credere all’impresa, cominciando la gara in maniera impeccabile e rispondendo agli attacchi avversari. I padroni di casa però nei minuti conclusivi del primo periodo si addormentano, e gli iberici ne approfittano piazzando un parziale di 9-0 e portandosi sul +8 (14-22). Nel secondo quarto gli ospiti allungano ancora con le triple di Sato e Martinez, prima di piazzare una difesa praticamente perfetta che non concede nulla al Nizhny Novgorod, se non 4 punti in 8 minuti. Prima dell’intervallo però le distanze si riducono, con il Nizhny che si porta sul -14 (25-39). Al rientro dagli spogliatoi il Valencia chiude la gara con Lafayette e Van Rossom, portandosi sul 39-66; nell’ultimo quarto non cambia praticamente nulla con gli spagnoli che passano.

Nizhny Novgorod: Antonov 9, Korobkov 9, Thompson 8, Rochestie 8.

Valencia: Dubljevic 13, Sato 11, Van Rossom 10, Martinez 10.

Giuseppe Landi
@Beppe_SC24

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending