Vincenzo Galdieri
No Comments

Pagelle Juventus-Livorno 2-0: Llorente zero e lode, Buffon sembra Scuffet

Llorente, Buffon e Conte trascinano i bianconeri alla sedicesima vittoria consecutiva allo Stadium: come si può sperare di battere una corazzata cosi?

Pagelle Juventus-Livorno 2-0: Llorente zero e lode, Buffon sembra Scuffet
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Buffon Juventus-Livorno

Buffon, un fenomeno: la Juventus ha il portiere per i prossimi 10 anni?

La Juventus torna alla vittoria col Livorno grazie ad una doppietta del suo ariete Fernando Llorente e blinda ancora una volta il primo posto. Le pagelle del match:

JUVENTUS

BUFFON 7 – Provavano a darlo per finito. Ormai non ci provano nemmeno più. Riflesso pazzesco sul tiro di Emeghara, l’ennesimo miracolo di una stagione, l’ennesima, da fenomeno. Dicono che Scuffet assomigli a Buffon. Si può dire pure il contrario: Buffon assomiglia a Scuffet. Perchè ha la reattività di un ragazzino. Unita all’esperienza di un 36enne ed alle qualità di… Buffon. Meglio di cosi è impossibile.

BONUCCI 6,5 – Autorevole, sicuro, sprezzante del pericolo. Difensorone ad oggi, checchè ne dicano i (pochi) detrattori rimasti.

CHIELLINI 6,5 – Datemi un giocatore da fermare in velocità e conquisterò il mondo. Come il vino, più invecchia più migliora. Stilisticamente non sarà esaltante, ma quanto è forte?

CACERES 7 – Se questa è una riserva, la Juve è sulla strada giusta per tornare ad altissimi livelli anche in Europa. Puntuale, attento, versatile e rapido, Caceres regala una prestazione da applausi ed insidia il totem Barzagli in prospettiva futura. In forma mondiale.

ASAMOAH 7 – Anche lui è in una condizione stratosferica. Slalom su slalom, recuperi su recuperi. Non sarà scintillante negli ultimissimi metri, ma serve come il pane in tutto il resto del campo.

POGBA 6,5 – Sempre più consapevole dei propri mezzi, a volte persino troppo nella misura in cui va ad esagerare in dribbling e ghirigori. Ma continua la sua crescita esponenziale. Sembra non avere limiti. PADOIN sv

MARCHISIO 6,5 – E’ tornato tonico, rampante. Forse sta tornando il vero Marchisio. In mezzo al campo si vede e, finalmente, si sente.

PIRLO 6,5 – Classe e tanta corsa. Perchè sembrerà paradossale ma oltre a dispensare gemme in ogni dove è pure uno di quelli che macina più chilometri. Delizioso.

LICHSTEINER 6,5 – La foga agonistica per eccellenza. Forse un po’ troppo irascibile, ed è l’unica pecca di un giocatore che a 30 anni sta raggiungendo il picco massimo della sua carriera. Imprescindibile o quasi.

TEVEZ 6,5 – Bene nel primo tempo, poi si risparmia in attesa del Lione. GIOVINCO 6 – E’ in crescita anche a livello di approccio mentale. Sbaglia qualcosina, ma c’è ed i tifosi della Juventus se ne stanno accorgendo.

LLORENTE 7,5 (IL MIGLIORE) – L’ariete. La forza, la costanza, la bellezza. Llorente rappresenta la virtù in tutte le sue sfaccettature. Segna un gol bellissimo e ne fa un altro da rapace d’area di rigore. Alla Juve uno cosi lo aspettavano da tempo. Lo hanno preso a parametro zero. Ma questo non è uno zero qualsiasi. E’ uno zero e lode. VUCINIC 6 – Sta tornando importante per questa squadra ed è soprattutto grazie ad una rinnovata voglia di dimostrare a tutti che non è soltanto genio e sregolatezza. Entra e nel poco tempo a sua disposizione rincorre ogni avversario. Bene, benissimo.

All. CONTE 7 – Sta facendo il salto di qualità. Gli mancava soltanto questo: una perfetta gestione del turnover per giocarsi al meglio i vari impegni ravvicinati. Ci è arrivato. Adesso testa bassa e lavorare: la Juventus dei record ha un Double da conquistare…

LIVORNO

BARDI 5 – Gioventù, benedetta gioventù. Erroraccio sul primo gol di Llorente. Poi para bene in altre occasioni, ma la defaillance pesa. Si rifarà, è un potenziale fenomeno.

VALENTINI 5 – Llorente lo rigira come un calzino, lui non fa molto per opporsi. Maluccio.

CASTELLINI 5 – L’impressione è che la rapidità e la puntualità di un tempo siano andate definitivamente perdute. Finanche rabbioso.

CODA 6 – Intelligenza ed esperienza al servizio di una difesa che naviga a vista. Non basta lui a tenere su la baracca.

CECCHERINI 5 – Inconsistente nelle proiezioni offensive, leggerino dietro. PICCINI 6 – Copre ed è diligente.

BIAGIANTI 5 – Lo strapotere bianconero lo travolge.

BENASSI 6 – Interessante nelle movenze e nelle trame. L’Inter lo richiami all’ovile.

DUNCAN 6,5 (IL MIGLIORE) – La bomba disinnescata da Buffon è la fotografia di una partita vivace, da parte di un giocatore qualitativo e volenteroso. Un altro che l’Inter dovrebbe richiamare.

MESBAH 5 – Letteralmente dilaniato da Lichtsteiner.

SILIGARDI 5 – Impalpabile.

EMEGHARA 6,5 – Ci crede, prova a mettere in difficoltà i difensori della Juventus con la sua rapidità ma non ci riesce. Difficile uno contro tutti. BELFODIL 6 – Le qualità le ha, sarebbe il caso che qualcuno cominciasse a credere in lui con continuità.

All. DI CARLO 5 – Tanti diffidati non possono giustificare in tutto e per tutto l’atteggiamento remissivo di ieri. Ok che la Juventus è quasi invincibile, ma fa la preda sacrificale.

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *