Giuseppe Landi
No Comments

Il Bari si conferma ammazzagrandi

Per l'Empoli è un brutto pranzo. Al San Nicola finisce 3-0 per i Galletti

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
coreografia-bari

Il Bari batte l’Empoli per 3-0 davanti ai 20.000 del San Nicola

E’ un limpido e indiscutibile 3-0 con il quale il Bari sconfigge l’Empoli, facendo sognare un San Nicola che quest’oggi ha fatto registrare il tutto esaurito. Per L’Empoli davvero una brutta prestazione; di fatto la squadra di Sarri è rimasta in partita fino al gol del 2-0 siglato da Galano. Ma anche nella prima frazione quando il risultato è rimasto in bilico, i toscani hanno concesso almeno tre limpide palle-gol agli avversari per segnare. In avanti gli azzurri solo in pochissime circostanze hanno creato grattacapi agli avversari.

Bari sugli scudi – La gara vede le due squadre affrontarsi a viso aperto; al 4-3-3 del Bari risponde il 4-3-1-2 degli azzurri. La prima emozione la regala proprio L’Empoli con la conclusione di Maccarone che dai 18 metri su calcio piazzato chiama in causa Guarna. Il Bari si affaccia nella metà campo toscana per la prima volta al 12′ Calderoni pesca Joao Silva che prova il destro che si perde alto. Il Bari imperversa nella metà campo ospite Laurini chiude alla disperata su Galano, palla invitante per Defendi ma Bassi c’è e si accartoccia e blocca. Il gol del Bari  è nell’aria e arriva due minuti dopo; Galano pesca l’inserimento a fari spenti di Sciaudone che trova impreparata la difesa azzurra vince il duello con Rugani e batta Bassi. La risposta della vice-capolista è tutta in una conclusione di Maccarone sull’esterno della rete da posizione defilata. Gli ospiti tengono molto palla senza impensierire gli avversari, i galletti vanno a doppia velocità, al 39′ Bassi dice no a Galano che conclude da posizione invitante, e sbarra la strada a Joao Paolo che si era presentato davanti a lui.

La partita potrebbe cambiare – Al 44′ potrebbe cambiare la gara con Ciccio Tavano che ha sui suoi piedi la palla del pareggio ma conclude debolmente e Guarna para facilmente.

Ripresa – E’ solo illusorio il buon impatto nel confronto dell’Empoli, il Bari di fatto chiude la gara al 51′ con un bellissimo gol in rovesciata di Galano su assist di Sciaudone. La partita non ha più storia, perchè i cambi di Sarri non cambiano l’inerzia della gara e il Bari corre molto di più dell’Empoli. Logica conseguenza il gol di Joao Paolo innescato da Fossati per il 3-0. Nel finale annullato un gol a Tavano per un dubbio fuorigioco. Ma poco cambia, e’ un 3-0 che non ammette repliche a Bari si vive una giornata di gloria, a Empoli ci si interroga sui motivi di questa pesante sconfitta, urge un cambio di rotta.

Il tabellino della gara:

BARI (4-3-3): Guarna 6, Sabelli 6.5 Ceppitelli 6.5 Polenta 6.5 Calderoni 6 Sciaudone 7.5 Fossati 7 Defendi 6.5 Galano 7 (75’Varela s.v), Joao Silva 7 (79’Cani s.v), Nadarevic 6.5. A disp.: Pena, Samnick, Vosnakidis, Santeramo, Lugo, Albadoro, Beltrame. All. Alberti Mazzaferro

EMPOLI (4-3-1-2): Bassi 6.5 Laurini 6 (60’Mario Rui 5), Tonelli 5, Rugani 5, Hysaj 5, Moro 5 (77’Signorelli s.v), Valdifiori 6 Castiglia 5.5 Verdi 5.5 (53’Pucciarelli 5), Tavano 5, Maccarone 6. A disp.: Pelagotti, Martinelli, Barba, Ronaldo, Eramo, Shekiladze. All. Sarri.

ARBITRO: MAGNANIELLO DI PINEROLO 7.

NOTE: Ammoniti: Fossati, Laurini, Moro. Angoli 4-3. Rec. 1+4′. Spettatori 20.000 circa.

Stefano Scarpetti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *