Redazione

Rafa meglio di Bjorn Borg : settimo sigillo al Roland Garros

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo il successo su Djokovic, Nadal diventa il più forte giocatore della storia sul rosso di Parigi

PARIGI, 11 GIUGNO – Rafael Nadal  batte in finale Novak Djokovic in un match ripreso nella giornata odierna a causa dell’interruzione per pioggia di domenica. Lo spagnolo entra nella storia chiudendo 6-4, 6-3, 2-6, 7-5 in 3 ore e 50′ di gioco, un match che lo ha visto sempre davanti nell’aspetto tecnico e mentale della sfida. Un Nadal più forte nei momenti decisivi della partita, più aggressivo, più coraggioso rispetto al serbo.

PRIMO SET – Nadal parte fortissimo, sul servizio di Djoko si procura 4 palle break e strappa il servizio su un errore non forzato del serbo. Successivamente tiene il servizio a zero e sul secondo turno di battuta c’è ancora un break del favorito conquistato con un passante di diritto sulla discesa a rete del serbo e un altro vincente dal fondo del campo. Sul 3-0 Nadal commette due errori non forzati e cede per la prima volta il servizio. Dopo un inizio difficile per il n. 1 del mondo a fronte di un avversario che sembra privo di punti deboli, ecco che nel match torna l’equilibrio con la tensione a farla da padrona: si gioca per la storia. Al sesto gioco, la rimonta del serbo si completa, dopo 36′ il computo dei game è 3-3. Il coraggio fa la differenza sul 5-4 Nadal, Djoko ha due opportunità per entrare nel campo sul 30-15, ma la paura prende il sopravvento, Rafa chiude 6-4.

SECONDO SET – Brutto inizio della seconda partita, con Djoko che cede il servizio con un doppio fallo. Sul 2-1 Nadal, Novak riesce finalmente a spingere dal fondo del campo e giocare lo scambio alla pari contro Rafa, uno splendido lob permette il controbreak: 2-2. E’ comunque un Djokovic molto nervoso quello visto sul centrale, sul 3-3 cede ancora il turno di battuta dopo uno scambio fantastico, in cui il maiorchino gioca un vincente all’incrocio delle righe. Il pubblico comunica a mugugnare quando Noel rompe il divanetto in legno ove si riposa al termine dei due giochi. Sul 5-3 Nadal, la pioggia arriva in soccorso del serbo che sembra dominato sia dalla forza che dal tennis dello spagnolo.

Dopo l’interruzione per pioggia, il tema non cambia, sul servizio di Djokovic Nadal si procura altre due palle break/set, il serbo annulla la prima col servizio, spinge ancora in battuta sul 30-40 aprendosi il campo, ma Nadal recupera estraendo dal cilindro un passante a 3 metri fuori dal campo; ora siamo sul 2-0 nel computo dei set.

TERZO SET –  Eccola quì la reazione di Djokovic , il serbo piazza 8 game consecutivi, il suo Roland Garros non poteva finire in modo così inglorioso. Il campione di Belgrado alza la % di prime nel servizio e soprattutto risponde meglio andando a conquistare il 62 % dei punti sul servizio del maiorchino. Intanto comincia a piovigginare  e nuova interruzione

QUARTO SET –   Si riprende sul 2-1 Djokovic e servizio nella giornata odierna. Non cambia molto rispetto alla giornata di ieri, è un Djokovic che si perde in un bicchier d’acqua, sul 30-30 arriva un errore a punto fatto che frutta una palla break allo spagnolo: subito sfruttata! 2-2. Si prosegue con un sostanziale equilibrio, Djokovic è costretto alle righe per tenere il suo turno di servizio, sul 4-4 il serbo appare infastidito dal ritorno del piovigginare, ma si continua. Nadal tiene a zero il servizio e sale 5-4. Il numero al mondo tiene lontano Rafa da eventuali palle match. Sul 5-5 pari un palla dubbia innervosisce lo spagnolo che si fa rimontare da 30-0 a 30 pari, poi reagisce e chiude il game. Ancora Djoko al servizio per rimanere nel match, sul 30-30 pari IL CORAGGIO dello spagnolo fa la differenza, attacca col diritto e si procura un match point. Djokovic accusa il colpo e cede il match con il primo e decisivo doppio fallo del set.

RAFA E’ NELLA STORIA, SETTE ROLAND GARROS, IL PIU’ FORTE DI SEMPRE NELLA STORIA DEL TENNIS SULLA TERRA ROSSA.

 

Daniele Maimone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *