Giuseppe Landi
No Comments

Le stelle del Ghana: Boateng e Muntari per cercare l’impresa

Gli ex compagni di squadra proveranno a trascinare il Ghana ad una qualificazione agli ottavi quasi impossibile

Le stelle del Ghana: Boateng e Muntari per cercare l’impresa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Nazionale ghanese per i Mondiali che si svolgeranno in Brasile tra poco più di due mesi, è stata sorteggiata nel gruppo G insieme a Germania, Portogallo e Stati Uniti. Un girone dunque che si rivela molto complicato per la selezione africana. Ma Kevin Prince Boateng e Sulley Muntari, ex compagni di squadra fino allo scorso anno nelle file del Milan, cercheranno di trascinare il Ghana verso una qualificazione quasi impossibile. Al campo l’ardua sentenza.

Kevin Prince Boateng (Ghana)

Le stelle del Ghana: Kevin “Prince” Boateng

KEVIN “PRINCE” BOATENG – Boateng nato a Berlino Ovest nel marzo del 1987, cresce calcisticamente nel club della sua città, ovvero l’Hertha Berlino, dove esordisce nel 2004 nella squadra riserve, ed un anno dopo in prima squadra. Qui resta fino al 2007, giocando anche in Coppa Uefa e totalizzando un bottino di 5 gol in 53 presenze. Si trasferisce quindi al Tottenham, ingaggiato dagli Spurs per 5,4 milioni di sterline, dimostrando subito di essere una promessa e vincendo subito con il club inglese la Coppa di Lega. Nell’anno successivo però con l’avvento di Juande Ramos sulla panchina del Tottenham, Boateng perde il posto e nel gennaio del 2009 viene prestato al Borussia Dortmund collezionando 11 presenze. Ritornato al Tottenham, viene subito ceduto a titolo definitivo al Portsmouth per 4 milioni di sterline, e con 5 gol contribuisce a portare il club in finale di FA Cup, persa poi in finale contro il Chelsea, dove Boateng sbaglia anche un calcio di rigore.

Nell’agosto del 2010 le buone prestazione fornite in terra inglese, gli valgono la chiamata del Genoa, con Preziosi che lo strappa alla concorrenza sborsando 5,7 milioni di euro; il patron del Grifone viene subito contattato dall’amico Galliani, ad del Milan, accordandosi per il trasferimento in prestito del centrocampista, prima che la formula venga cambiata in comproprietà. Boateng conquista i tifosi rossoneri a suon di gol e prestazioni, conquistando nel 2011 lo Scudetto con la maglia del Milan. Nella festa di San Siro il giocatore si è esibito nel “Moonwalk” celebre ballo di Michael Jackson. Nella stagione successiva viene riscattato dai rossoneri, e nell’estate segna uno dei due gol che permettono al Milan di battere i cugini dell’Inter in finale di Supercoppa italiana. Si conferma ad alti livelli, e nella stagione 2012-13 eredita la maglia numero 10 da Clarence Seedorf, ma non riesce ad essere decisivo come le passate stagioni, salvo un gol spettacolare segnato al Barcellona negli ottavi di finale di Champions League. Ad agosto viene ceduto ai tedeschi dello Schalke, terminando la sua carriera in rossonero con 100 presenze e 17 reti. In Bundesliga viene avanzato di ruolo, e diviene subito decisivo per la scalata dello Schalke nel campionato tedesco.

Sulley Muntari (Ghana)

Le stelle del Ghana: Sulley Muntari

SULLEY MUNTARI – Muntari, 3 anni più anziano dell’amico Boateng, arriva giovanissimo in Italia, quando nel 2011 viene prelevato dall’Udinese. Nel capoluogo friulano il centrocampista resta fino al 2007, scendendo in campo 153 volte, prima che venga ceduto al Portsmouth in Premier League, dove gioca soltanto per una stagione. Nell’estate del 2008 infatti torna in Italia per vestire la maglia dell’Inter; pagato 14 milioni di euro dai nerazzurri è subito decisivo con la rete in Supercoppa contro la Roma. Termina la stagione con 5 reti diventando un punto fisso del centrocampo interista, soprattutto quando in panchina si siede Mourinho, tecnico con cui vince il triplete. Nel gennaio 2011 passa in prestito al Sunderland, ma non riesce a trovare spazio, tornando così all’Inter, dove resta per altri sei mesi senza quasi mai scendere in campo. L’anno seguente si trasferisce così al Milan dove recita un ruolo importante sotto la gestione Allegri, confermandosi anche con il tecnico Seedorf. Le presenze con la maglia rossonera sono al momento 61, condite da 10 reti. Sulley Muntari vanta anche 81 presenze con il Ghana e 20 gol.

Giuseppe Landi
@Beppe_SC24

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *