Simone Gianfriddo
No Comments

Nba: continua la corsa playoff nella wild Western Conference

A pochissime settimane dalla fine della Regular season, è corsa a tre tra Phoenix, Memphis e Dallas per l'ottavo posto della sempre più emozionante Western Conference, valido per la post season. Analizziamo la situazione su Sportcafe24

Nba: continua la corsa playoff nella wild Western Conference
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Jeff Hornacek, Gerald Green: il coach dei Suns indica la strada verso i Playoff della Western Conference

Jeff Hornacek: il coach dei Suns indica la strada verso i Playoff della Western Conference

E’ sempre più aperta e serrata la battaglia per l’ottavo e ultimo posto utile per raggiungere i Playoff nella Western Conference; Suns, Grizzlies e Mavericks hanno lo stesso record di vittorie e stanno dando vita ad un finale di stagione regolare davvero bollente; chi la spunterà? Proviamo a pronosticarlo su SportCafe24.

CORSA ALL’ULTIMO RESPIRO –  Nella Nba si sa, la Western Conference è tosta, davvero tosta, anche per squadre che hanno attualmente un record di 44-31 a poco più di 10 giorni dalla fine dell regular season. E pensare che lo scorso anno Houston e Lakers timbrarono il pass per la post season a quota 45-37. Se poi buttiamo l’occhio a quello che succede nella costa orientale, dove attualmente Knicks e Bobcats andrebbero ai Playoff con un record negativo, potremmo avvallare ulteriormente l’idea che il livello nel wild West è davvero giunto su livelli altissimi, con Phoenix, Memphis e Dallas lì a dimostrarlo. Le tre franchigie stanno dando vita ad una delle corse Playoff più avvincenti e pregna  di colpi di scena di sempre, davvero poco prevedibile  nell’Agosto scorso. Ad onor di cronaca, potrebbe anche succedere che  per la prima volta nella storia Nba, una squadra con più di 50 vittorie non arrivi tra le prime 8, davvero sbalorditivo.

Andiamo allora ad analizzare chi delle tre ha più chance di successo.

L’ARIA BOLLENTE NELLA VALLE DEL SOLE – Pazzeschi. Questo è l’aggettivo che mi viene in mente per descrivere i Phoenix Suns targati 2014. Ditemi, chi di Voi avrebbe puntato anche un solo centesimo sulla banda di Hornacek come papabile pretendente all’ottava piazza della Western Conference? Nessuno. Nemmeno noi di SportCafe24 nella preview di Ottobre dove li vedevamo addirittura alla 15esima posizione ad Ovest  nel power ranking. Invece i Suns hanno ribaltato ogni pronostico giocando una pallacanestro bellissima, con un Dragic a livelli All Star e l’esplosione totale di Gerald Green, fino allo scorso anno ricordato per le sue spaventose doti atletiche ma niente più. I Suns, accusati addirittura ad inizio stagione di Tankeraggio, sono proprio lì, a giocarsi quell’ottavo posto che pochi giorni fa pareva cosa fatta ma che le brutte sconfitte rimediate contro Lakers e Clippers ne hanno messo ulteriormente in discussione. Specialmente la sonora sconfitta contro i disastrosi giallo viola ha davvero fatto rammaricare la franchigia dell’Arizona che dovrà affrontare un calendario infernale; le prossime  gare sono niente meno che contro Portland, OKC, Pelicans  e gli imbattibili Spurs; il tour texano proseguirà poi contro i diretti rivali di Dallas per poi tornare sul parquet amico per vedersela con l’altra pretendente, ovvero i Memphis Grizzlies.

LA RINCORSA DI MEMPHIS – In Tennessee, forti della scorsa finale di Western Conference persa contro gli Spurs, si prevedeva una stagione ben più tranquilla per i Grizzlies. Il cambio della guida tecnica, non più nella mani di Hollins, ed un nucleo che pur rimanendo consolidato nell’ossatura, ha cambiato varie pedine nel back court, non ha permesso a Memphis di vivere un inizio di stagione idilliaco, caratterizzato da tante, troppe sconfitte ( 5 consecutive nel mese di dicembre); se poi mettiamo anche e soprattutto che Marc Gasol è mancato da Novembre a metà gennaio per via di un infortunio al ginocchio sinistro , ecco che il quadro torna perfettamente. La rinascita di gennaio e del post All Star break ha permesso comunque a Zach Randolph e soci di essere lì a lottare per i playoff. I Grizzlies occupano attualmente l’ottava posizione della Western Conference  forti degli scontri diretti proprio nei confronti di Phoenix e Dallas e per di più hanno dalla loro un calendario più soft rispetto ai Suns che affronteranno il 14 aprile; 7 saranno i match casalinghi prima della fine della stagione regolare, gli ultimi due proprio contro Phoenix e Mavs.

L’ESPERIENZA BASTERA’? – Eccoci ai Mavs; la squadra texana è stata fin da inizio stagione difficilmente inquadrabile; il talento non mancava, l’esperienza pure, ma l’enigma era rappresentato dall’alchimia che si poteva formare tra i nuovi innesti con la vecchia guardia (Nowitzki in primis); l’enigmatico Ellis pare essersi finalmente tolto di dosso la nomea di gran talento ma poco decisivo, e sta vivendo un’ottima stagione condita da prestazioni altisonanti. L’andamento della franchigia di Mr. Mark Cuban ha vissuto alti e bassi ma l’obiettivo playoff è ancora alla mano;  anche per i campioni del mondo 2011  il calendario non sembra proibitivo e si aprirà con il tour californiano (2 trasferte losangeline e Sacramento) per poi chiudere in bellezza contro Suns e Grizzlies.

IL PRONOSTICO DI SPORTCAFE24 – E’ davvero molto arduo azzardare delle previsioni, vuoi il troppo ristretto margine tra le tre compagini, vuoi l’imprevedibilità che caratterizza questi momenti delicati della stagione, ma se proprio dobbiamo puntare la classica monetina, la giocherei su Memphis. Il calendario e il vantaggio degli scontri diretti rendono la squadra del giovane Joerger la favorita alla meta dell’ottava piazza, per buona pace di Mavs e Suns.

Simone Gianfriddo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *