Simone Gianfriddo
No Comments

Nba: Indiana risorge con Paul George, ai Knicks il derby di N.Y | Highlights

Nella notte Nba i Pacers interrompono la loro striscia negativa contro Detroit guidati dalla doppia doppia di Paul George e da David West; J.R Smith ne scrive 32 nella vittoria dei Knicks contro i cugini di Brooklyn e riaccende i sogni di post season per il pubblico del MSGP

Nba: Indiana risorge con Paul George, ai Knicks il derby di N.Y | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I Pacers si rialzano dopo la striscia di 3 sconfitte filate che hanno costretto la squadra di Larry Bird ad abdicare il trono della Eastern Conference in favore degli odiati Miami Heat; la vittima è Detroit che cade nel finale sotto i colpi dell’ All Star Paul George autore di 27 punti, 13 rimbalzi e 7 assist; per i Pistons non basta un super Monroe da 17 punti e 16 rimbalzi. Nel derby della Grande Mela la panchina dei Knicks, guidata da un super J.R Smith, è decisiva nella vittoria contro i Nets; per i tifosi del Madison Square Garden il sogno Playoff potrebbe diventare realtà, Atlanta permettendo.

INDIANA PACERS-DETROIT PISTONS 101-94: Vittoria sofferta per Indiana che evita, per adesso, la seduta dallo psicanalista consigliata dal Pivot Roy Hibbert dopo le disastrose 3 sconfitte consecutive arrivate contro Wizards,Cavs e Spurs. Partita che si decide tutta nell’ultimo periodo con i Pacers avanti 94-90 a 1’35” dalla sirena grazie ad un super Paul George; Jennings spara la bomba del -1 Detroit ma poi perde una sanguinosa palla che permette a David West di chiudere i conti. La squadra di coach Vogel , pur faticando tantissimo, pare mostrare segni di una lenta ripresa, mentre per i Pistons ennesima sconfitta nonostante la grande prestazione del reparto lunghi  Monroe-Drummond

IND- George 27 (27, 13 rimb), West 15, Hill 12, Hibbert 11, Stephenson 11, Mahinmi 10

DET- Monroe 17(16 rim); Smith 24, Drummond 13 (14 rimb), Jennings 12, Singler 10, Stuckey 16

[youtube]http://youtu.be/Ye2n8UYrivs[/youtube]

NEW YORK KNICKS-BROOKLYN NETS 110-81- ” Sappiamo quello che vogliamo”. Queste le parole di Melo Anthony nel post match che riassumono l’unico obiettivo rimasto ai Knicks per dare un senso a questa loro stagione da montagne russe: i Playoff. Playoff che  la squadra di Mike Woodson avrebbero centrato se la Regular Season finisse oggi, ma il pericolo Atlanta aleggia sempre nella mente della squadra arancio blu. E’ pazzesco pensare come gli stessi Knicks, il 3 Marzo, avessero un record di 21-40 a dispetto dell’attuale 33-43 che permette, nella modesta Estern Conference, ai tifosi del Madison Square Garden di riassaporare l’idea di incontrare al primo turno Indiana o Miami. Nel derby contro Brooklyn, i Knicks tirano con 24/36 dal campo e dominano il primo tempo 63-38. I Nets riaprono il terzo quarto con 14 punti in 2 minuti ma il quintetto piccolo ideato da Woodson con Anthony in versione Pivot, da i suoi frutti ed i padroni di casa guidano 82-61 prima dell’ultimo parziale che sancisce l’esito già scritto del match.

NY- J.R Smith 24, Anthony 24 (10 rimb), Stoudemire 13, Hardaway jr. 17, Shumpert 10

BKN-  Johnson 16, Williams 12,  Anderson 11

[youtube]http://youtu.be/t1SQzo0dU9E[/youtube]

Simone Gianfriddo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *