Jacopo Gino
No Comments

Inter, è di nuovo toto allenatore: Mazzarri lascia o raddoppia?

L'Inter si è di nuovo inceppata e questa volta in bilico c'è anche Walter Mazzarri. Necessario un piazzamento in Europa, altrimenti ci sarà il cambio in panchina

Inter, è di nuovo toto allenatore: Mazzarri lascia o raddoppia?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Walter Mazzarri non era neanche ancora nato quando andò in onda, nel lontano 1955, la prima puntata di “Lascia o raddoppia?” celebre quiz televisivo condotto da Mike Buongiorno. Eppure la domanda torna ancora una volta di moda, con il tecnico toscano che è tenuto a rispondere: lascia, dicendo addio alla sua prima occasione in una grande storica, o raddoppia, centrando la qualificazione in Europa League e vedendosi rinnovato il contratto fino al 2016.

Mihajlovic, possibile successo di Mazzarri

Mihajlovic, possibile successo di Mazzarri

UN AMORE MAI SBOCCIATO – Ebbene sì, non è passato neanche un anno eppure già si rincorrono le prime voci di un possibile, ennesimo, cambio sulla panchina nerazzurra. Gli ultimi risultati, due punti in tre partite con Atalanta, Udinese e Livorno, non sono piaciuti al presidente, che in caso di mancato approdo in Europa potrebbe decidere di far saltare il tecnico toscano per sostituirlo con un allenatore scelto da lui. Perché è inutile negarlo, Mazzarri non è stato scelto da Thohir, che anzi si è indispettito molto con Moratti per aver preso la decisione di assumerlo senza aver considerato l’opinione dell’indonesiano. Siamo ad un bivio quindi: Mazzarri o imboccherà la strada della qualificazione alla prossima Europa League o prenderà la strada che porta a San Vincenzo, “home, sweet home” e tanti saluti, se vuole anche in indonesiano, all’Inter e a Milano. Il modello di allenatore del tycoon è quello di un tecnico abile con i giovani, che proponga un calcio offensivo e bello da vedere: non esattamente il profilo dell’ex Napoli.

 

CHI SE NON MAZZARRI? – Il sogno resta il Cholo Simeone, che però è in piena corsa per la vittoria della Liga e per la semifinale della Champions League e quindi difficilmente lascerà la Spagna per avventurarsi in un progetto che riparte da zero con tanti dubbi e pochissime certezze. Gli altri nomi sono i soliti: De Boer, che però ha un contratto fino al 2017 con l’Ajax, Laudrup, esonarato dallo Swansea per motivi extracalcistici ma autore di un’ottima stagione con la squadra gallese e Mihajlovic, che sta facendo bene con la Samp.  Nei sondaggi sui vari social network tutti questi nomi superano Mazzarri nella lista di gradimento dei tifosi nerazzurri. A Mazzarri basterà però convincere un solo fan, il primo e il più influente: Thohir. Attenzione però, perché in questo periodo un anno fa Stramaccioni aveva più punti dell’Inter di quest’anno con una rosa martoriata da tantissimi infortuni. L’anno scorso i punti realizzati furono 54, se non si riuscisse a superare questa modesta cifra la stagione si potrebbe senza dubbio definire fallimentare.

Jacopo Gino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *