Redazione

Gomez stende il Portogallo e la Germania vola al debutto nell’Europeo

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

LVIV (UCRAINA), 9 GIUGNO – La Germania batte per 1 – 0 il Portogallo nella prima gara delle due squadre a Euro 2012. Il successo dei tedeschi è maturato al termine di una gara per larghi tratti deludente e per la quale forse sarebbe stato più giusto il pareggio. Gli uomini di Low hanno mantenuto l’iniziativa per larghi tratti dell’incontro senza creare grosse occasioni da rete e devono ringraziare Gomez per la prodezza con cui ha deciso la gara. I portoghesi dal canto loro possono recriminare per le due traverse colpite e per la reazione sul finire del secondo tempo grazie alla quale hanno sfiorato più volte il goal del pareggio che sarebbe stato complessivamente meritato.

La Partita – La gara inizia subito con la Germania in avanti e Gomez, dopo 90 secondi, conclude con un colpo di testa su centro di Boateng dalla destra ma il tiro della punta tedesca non impensierisce l’estremo difensore portoghese che blocca la sfera senza particolati patemi. Tuttavia nelle prime fasi di gioco il ritmo risulta decisamente basso con la squadra di Low che cerca di prendere l’iniziativa ma allo stesso tempo subisce l’inferiorità numerica a centrocampo dove Khedira e Schweinsteiger vengono ben arginati dai dirimpettai del Portogallo.Al nono minuto va al tiro Podolski ben servito da Muller ma la conclusione dell’ex attaccante del Colonia viene bloccata in due tempi da Rui Patricio. L’incontro prosegue con i tedeschi che tengono l’iniziativa e i lusitani che cercano di agire di rimessa ma le occasioni da rete latitano e i portieri non corrono nessun rischio ben protetti dalle rispettive difese. Bisogna aspettare il trentesimo minuto per vedere un’occasione da rete con Podolski che raccoglie un passaggio filtrante dalla sinistra e conclude al volo da posizione favorevole ma la palla termina altissima sulla porta difesa da Rui Patricio. Al trentanovesimo Muller raccoglie una palla vagante nell’area portoghese e conclude al volo ma il suo tiro finisce nettamente a lato alla destra della porta portoghese. La prima frazione si avvia stancamente alla conclusione quando al quarantacinquesimo il Portogallo ha una clamorosa occasione per passare in vantaggio: Pepe calcia con violenza su azione di calcio d’angolo e la palla colpisce in pieno la traversa, cade poi sulla linea di porta e schizza via. I portoghesi reclamano il goal ma il giudice di linea vede bene perché la palla non ha varcato del tutto la linea di porta. Dopo 1 minuto di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi al termine di una prima frazione decisamente deludente con le due squadre che hanno pensato più a non scoprirsi che a cercare di imporre la propria superiorità.

Nella ripresa le formazioni si ripresentano in campo con gli stessi effettivi del primo tempo e il ritmo è più elevato anche se la gara continua ad essere equilibrata e senza grosse occasioni da rete. Alcune mischie nelle due aree di rigore fanno aumentare il conto dei calci d’angolo ma i due portieri continuano a trascorrere una serata abbastanza tranquilla essendo impegnati solamente dall’ordinaria amministrazione. Il primo sussulto giunge al dodicesimo minuto quando Joao Pereira perde un pallone nella sua metà campo e Podolski crossa per Gomez che, di testa, manda alto sulla porta portoghese. Al diciannovesimo minuto altra buona occasione per il Portogallo con Ronaldo che viene smarcato solo davanti al portiere da un millimetrico lancio in verticale ma al momento del tiro viene fermato da un grande intervento in copertura di Boateng. L’ottima occasione fallita conferma la partita poco brillante disputata dal fuoriclasse del Real Madrid che è risultato spesso abulico e fuori dal gioco. Al settantaduesimo all’improvviso è la Germania a passare in vantaggio con Mario Gomez che insacca con un gran colpo di testa un traversone di Khedira proveniente dalla destra. La rete fa esultare i tifosi tedeschi giunti in Ucraina al seguito della propria nazionale che è finalmente riuscita a sbloccare una partita che sembrava incanalata verso lo 0-0. Il goal dà fiducia agli uomini di Low che al settantasettesimo sfiorano il raddoppio sempre con Gomez che arriva con un attimo di ritardo su un centro rasoterra dalla destra di Muller. A dieci minuti dalla fine il tecnico tedesco toglie l’autore del goal e inserisce Klose e all’ottantaduesimo Ronaldo ha un sussulto che gli consente di liberarsi al limite dell’area e di impensierire Neuer che salva in calcio d’angolo. Gli uomini di Bento ci credono e si buttano in avanti alla ricerca del pareggio e all’ottantaquattresimo Nani colpisce la traversa con un tiro cross che Neuer lascia pericolosamente scorrere senza intervenire. La reazione del Portogallo è veemente e il più pericoloso è sicuramente Nani che all’ottantasettesimo calcia dal limite con la sfera che finisce di poco a lato ma è Varela che, un minuto dopo, spreca l’occasione per ristabilire la parità calciando addosso al portiere tedesco, da pochi passi, dopo un’iniziativa di Oliveira sulla sinistra. Grande la parata di Neuer ma la punta lusitana può rammaricarsi per l’ottima chance sprecata. L’arbitro decreta 3 minuti di recupero e nell’ultimo ancora Nani calcia a botta sicura da distanza ravvicinata ma un difensore respinge in calcio d’angolo e consente alla Germania di ottenere una vittoria preziosa contro un buon Portogallo.

Uomo Partita SportCafe24 – Gomez 7: Decisamente in ombra per più di 70 minuti ha il grande merito di sbloccare la partita con un gran colpo di testa. Pochi minuti dopo sfiora il raddoppio e poi lascia il posto a Klose dopo aver messo la firma sulla vittoria della Germania che in questo modo ha messo una seria ipoteca sul passaggio del turno.

Per visualizzare le pagelle di Germania – Portogallo clicca qui

Tabellino:

GERMNANIA 1 (72’Gomez)
PORTOGALLO 0

Le Formazioni

GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Boateng, Hummels, Badstuber, Lahm; Khedira, Schweinsteiger; Muller (93’ Bender), Ozil (87’ Kroos), Podolski; Gomez (80’ Klose) A disp.: Wiese, Zieler, Schmelzer, Howedes, Mertesacker, Gurdogan, Bender, Kroos, Gotze, Reus, Schurrle, Klose All.: Joachim Low

PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Joao Pereira, Bruno Alves, Pepe, Fabio Coentrao; Meireles (80’ Silvestre Varela), Veloso, Moutinho; Nani, Helder Postiga (70’ Nelson Oliveira), Ronaldo A disp.: Eduardo, Beto, Ricardo Costa, Rolando, Miguel Lopes, Custodio, Quaresma, Ruben Micael, Hugo Viana, Hugo Almeida, Nelson Oliveira, Silvestre Varela All.: Paulo Bento

Ammoniti: 13’ Helder Postiga (P), 43’ Badstuber (G), 59’ Fabio Coentrao (P), 69’ Boateng (G)
Espulsi: nessuno
Arbitro: Stephane Lannoy (Francia)

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *