Connect with us

Basket

Serie A Beko: Cantù vince il derby con un grande Aradori

Pubblicato

|

Pietro Aradori
pietro aradori

Pietro Aradori trascina Cantù contro Varese

L’Acqua Vitasnella Cantù rispetta il pronostico e porta a casa il derby lombardo contro la Cimberio Varese, anticipo della 10a giornata della Lega A Beko con il punteggio di 84-68.

I padroni di casa, in un Pianella stracolmo, recuperano in extremis la stella Pietro Aradori che, pur partendo dalla panchina, sfoggia una delle sue grandi prestazioni (25 punti, 4 assist e 5 rimbalzi) e contribuendo alla grande al successo finale.  Sugli scudi anche Joe Ragland che nei 27′ in campo ha collezionato 16 punti, 5 assist e 22 di valutazione. A Varese, assente il play Clark, deludono Polonara e De Nicolao (solo un punto per entrambi) mentre qualcosa di buono arriva da Ere e l’ex Scekic (10 rimbalzi). Con questa vittoria i canturini sorpassano Brindisi e si piazzano per una sera al secondo posto, a quatto punti dall’imbattibile Milano.

La partita si apre con una Cimberio già in palla che impone il proprio gioco a Cantù, grazie alla verve di Polonara e Scekic. I padroni di casa reagiscono e, presi per mano da Ragland, riescono a chiudere il primo quarto in vantaggio 15-14. Nel secondo periodo ancora buone cose dagli ospiti che piazzano un mini break di 5-0. Poi ci pensano Leunen e ancora Ragland ad attivare l’attacco canturino per l’allungo (sul 29-24) che inizia a fiaccare una Cimberio troppo imprecisa al tiro. Uter inchioda una schiacciata perentoria a fil di sirena e fissa il risultato sul 35-26 all’intervallo. Alla ripresa del gioco 8 punti consecutivi di Jenkins e Leunen che portano Cantù al massimo vantaggio (43-28). Anche Aradori entra nel vivo della gara, nel bene e nel male perché proprio un suo fallo tecnico a metà del terzo periodo sembra dare qualche speranza agli ospiti. Dal 48-32 della speranza si arriva all’impietoso 63-43 con cui si chiude il quarto. L’ultimo periodo è all’insegna del garbage time e di Pietro Aradori che infierisce su Varese dimostrando di essere tornato in forma dopo l’infortunio di settimana scorsa. Alla sirena finale il tabellone dice 84-68.

Tabellino:

Acqua Vitasnella Cantù: Abass 4 (2/4), Jones, Uter 10 (5/7), Rullo, Leunen 7 (2/4, 1/2), Jenkins 5 (1/1, 1/1), Marconato, Ragland 16 (1/5, 2/5), Aradori 25 (4/8, 3/4), Cusin 6 (3/5), Gentile 11 (4/6, 1/2).

All. Sacripanti.

Cimberio Varese: Scekic 12 (5/11), Sakota 11 (3/5, 1/8), Rush 7 (2/3, 1/1), Banks 17 (3/8, 2/2), De Nicolao 1 (1/2 ai liberi), Testa ne, Johnson ne, Balanzoni ne, Mei 3 (1/1), Ere 16 (3/7, 2/4), Polonara 1 (1/2 ai liberi).
All. Bizzozi.

Parziali: 15-14; 20-12; 28-17; 21-25.

Note: Rimbalzi: Cantù 30 (Aradori 5), Varese 36 (Scekic 10); Assist: Cantù 16 (Ragland 5), Varese 12 (Banks 5).

Pietro Tola

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending