Redazione

L’editoriale di SportCafe24. Forza Italia, contro la Spagna per cercare l’impresa: comincia il nostro Europeo

L’editoriale di SportCafe24. Forza Italia, contro la Spagna per cercare l’impresa: comincia il nostro Europeo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si comincia oggi, contro gli eurocampioni spagnoli. Si comincia oggi, per dimenticare il periodaccio che stiamo vivendo...

Antonio Cassano, attaccante azzurro

CRACOVIA, 10 GIUGNO – Fratelli d’Italia, l’Italia se desta…O meglio speriamo, ci crediamo, perchè quest’oggi inizierà il nostro europeo, contro la Spagna, avversario tanto difficile, quanto terribilmente affascinante, perchè contro i più forti è d’obbligo cercare di diventare i più forti, o meglio di assomigliarci.

E’ un’Italia difficile, in difficoltà, non solo calcisticamente parlando. Il terremoto in Emilia ci ha fatto riflettere e capire che in fondo due calci al pallone non sono poi così tanto importanti, ma forse l’unico antidolorifico per dimenticare, per anche soli 90 minuti, quel dolore che nulla effettivamente potrà mai cancellare. L’Europeo è una mezza maledizione per noi italiani che il mondo, quello del pallone, l’abbiamo conquistato ben 4 volte, l’Europa invece, più piccola e parte dell’insieme mondo, solamente 1 volta.

Una specie di compito in classe, dove ti prepari benissimo su quello più difficile, almeno sulla carta (il campionato del mondo) e sottovaluti quello che apparentemente sembra più abbordabile, insomma non come un problema di matematica (l’europeo), ma che alla fine risulta essere complicato e con un insufficenza in arrrivo che non farà contenta la mamma.

Zoff, Trapattoni e Donadoni, ultimi nostri tecnici finiti sull’asse dopo la sconfitta europea, un ulteriore mal ricorrenza, che se pur non scaramantico, avrà fatto fare qualche gesto all”italiana” di scaccia sfiga anche a mister Cesare Prandelli. Mister Prandelli faccia pulita e di denuncia contro il polverone del calcioscommesse che ci ha infastidito parecchio, a noi tifosi, ma anche a calciatori come Buffon e Bonucci, ritenuti mangiafuochi in un mondo di pinocchi, a pochi giorni prima della spedizione europea. Se non altro “complimenti” per il tempismo.

Insomma un sacco di pensieri, quelli che ci possono distrarre, dare fastidio, cose non belle, che non lasciano tranquilli, che sporcano il candore e l’importanza di una squadra di calcio che va a rappresentare la propria nazione, non su un campo di battaglia, senza lance e spade, ma in una guerra molto meno dolorosa e sbagliata, a colpi di tackle, goal e parate. Quindi, fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta, così per sfuggire da questo momento difficile, dimenticare e fare del calcio l’unico vero antidoto per reinnamorarci della nostra amata Italia. Forza azzurri!

a cura di Alberto Fumagalli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *