Connect with us

Focus

Roma: presentato il progetto del nuovo stadio

Pubblicato

|

Il progetto del nuovo stadio della Roma

Finalmente anche la Roma presenta il progetto per il nuovo stadio. Dopo lo Juventus Stadium, il primo a diventare realtà nella Serie A, e dopo il progetto presentato dai Pozzo per il rinnovamento del Friuli, anche i giallorossi, a partire dal 2016/2017, giocheranno nel loro nuovo stadio di proprietà. Anche in Italia le società calcistiche hanno capito, in ritardo rispetto ai massimi campionati europei, che lo stadio di proprietà è una necessità, date anche le condizioni fatiscenti di alcuni impianti (anche se l’Olimpico era forse uno dei pochi stadi ancora decenti). Sulla scia anche il Milan, unica società a farsi avanti per l’utilizzo dell’area Expo.

COLOSSEO 2.0 – Il “nuovo Colosseo”, come ribattezzato dai media (anche se Pallotta si affretta a dire che il nome non sarà questo), avrà una capienza di circa 52 mila posti (aumentabili) e costerà circa 300 milioni di euro (quasi il triplo di quello della Juventus), finanziati completamente da enti privati, anche se il tutto muoverà circa 1 miliardo di euro complessivamente. La zona scelta per il nuovo tempio in acciaio e vetro della Roma sarà Tor di Valle, a metà strada fra l’aeroporto di Fiumicino e il centro. A presentare il progetto il presidente della Roma, James Pallotta, il sindaco di Roma Ignazio Marino e il Ceo Italo Zanzi.

James Pallotta Roma

Pallotta: “Il nuovo stadio incuterà timore agli avversari”

TECNOLOGIA E PAURA – “L’Olimpico è stato una grandissima casa per la Roma, ma ha fatto il suo tempo. Tecnologia stupefacente: 52.000 posti che potrebbero diventare 60.000 nelle grandi manifestazioni, come la Champions. Le tribune sono a ridosso del campo, non vorrei essere nei panni dei giocatori ospiti. È uno stadio che incute timore negli avversari. E anche i nostri giocatori non dovranno più fare tutta quella strada per arrivare ai tifosi”, queste le dichiarazioni di Pallotta.
Vogliamo riproporre la gloria e potenza del Colosseo, cercando di dare all’impianto un’impronta moderna. Sarà a misura di famiglia, un’oasi felice per i tifosi” dichiara l’architetto Dan Meis.

CRITICHE PUNTUALI – Immancabili le critiche: “La sola idea di costruire il nuovo stadio nell’area di Tor di Valle è da irresponsabili. Quella porzione di territorio è caratterizzata da un altro rischio idrogeologico” tuona il deputato di SEL Filippo Zaratti. Mentre oggi lo stesso Obama, visitando il Colosseo (quello vero) ha esclamato “Eccezionale, incredibile… è più grande di alcuni degli attuali stadi di baseball!”. Chissà cosa penserà, quindi, se avrà modo di visitare il nuovo stadio della Roma.

Luca Porfido

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending