Giuseppe Landi
No Comments

Nba: suicidio Detroit, a Miami non bastano i 38 punti di James | Highlights

I Pistons crollano nell'ultimo quarto dopo il +16, concedendo la vittoria a Cleveland. Indiana vince la battaglia contro Miami, bene Minnesota

Nba: suicidio Detroit, a Miami non bastano i 38 punti di James | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dieci gare Nba giocate nella notte. Analizziamo Detroit-Cleveland, Indiana-Miami e Minnesota-Atlanta.

DETROIT PISTONS – CLEVELAND CAVALIERS 96-97

I Pistons si ripetono. Dopo un vantaggio di 16 punti accumulato nei primi tre quarti Detroit perde la partita di un solo punto contro i Cavaliers privi di Kyrie Irving. I padroni di casa partono molto bene con i canestri di Jennings e Smith, mettendo in difficoltà Cleveland. Già a metà primo quarto Detroit è in vantaggio di 12 punti. I Cavs reagiscono e tornano in partita con le triple di Dellavedova, andando sul -1 all’intervallo. Nel terzo quarto i Pistons continuano a macinare punti con Smith e Monroe, prendendo il controllo della partita e arrivando sul +16. Ma nell’ultimo quarto un Dellavedova in grande serata permette ancora ai Cavs di riprendere la gara, con Detroit che va in confusione. A decidere le sorti della partita un canestro di Dion Waiters sulla sirena: una conclusione difficile che però va a canestro e Detroit va ko.

Detroit: Smith 24, Singler 18, Jennings 17. Rimbalzi: Drummond 11. Assist: Jennings 13.

Cleveland: Dellavedova 21, Waiters 18, Jack 17. Rimbalzi: Varejao 16. Assist: Dellavedova 6.

[youtube]http://youtu.be/fKwJNqKIjd4[/youtube]

INDIANA PACERS – MIAMI HEAT 84-83

I Miami Heat vengono sconfitti ad Indiana, nonostante i 38 punti del solito LeBron James. I Pacers si avviano così a chiudere la Eastern Conference in testa alla classifica, dopo aver vinto la Central Division. I Pacers hanno resistito alle difficoltà che la gara ha messo in gioco, soprattutto quando Roy Hibbert ha accusato dei problemi per un contrasto con James. Miami aveva cominciato bene la gara, e sembrava incanalarsi verso gli ospiti quando James contribuisce al parziale di 15-4. Indiana però non esce mai dalla partita, con gli ospiti che non riescono ad allungare. Nel finale si assiste ad una gara punto a punto, con il canestro decisivo che lo infila David West, che con una tripla firma il +4 (84-80). Bosh infila la tripla della speranza Miami, ma i 2 secondi rimanenti non bastano per mandare la gara almeno all’overtime.

Indiana: George 23, Hibbert 21, Stephenson 15, West 13. Rimbalzi: West 9. Assist: West 5.

Miami: James 38, Wade 15, Bosh 8. Rimbalzi: James 8. Assist: James 5.

[youtube]http://youtu.be/V4EP6NVKKLc[/youtube]

MINNESOTA TIMBERWOLVES – ATLANTA HAWKS 107-83

Atlanta viene sconfita a Minnesota, subendo la quarta sconfitta consecutiva e rischiando anche di compromettere la qualificazione ai playoff; gli Hawks infatti hanno ora solo due successi di vantaggio su New York che insegue. Gli Hawks che devono ancora rinunciare a Korver, perdono numerose palle che i padroni di casa trasformano in canestri. I punti del trio Martin-Love-Brewer hanno permesso ai Timberwolves di allungare sul +17 nel terzo quarto. Ancora una grande prestazione di Dieng, che mette a segno una doppia doppia contribuendo al successo di Minnesota.

Minnesota: Brewer 18, Martin 18, Dieng 15, Love 14, Budinger 12. Rimbalzi: Dieng 15. Assist: Rubio 10.

Atlanta: Scott 15, Millsap 12, Carroll 11, Williams 10. Rimbalzi: Millsap 10. Assist: Teague e Williams 6.

[youtube]http://youtu.be/_Z2GpOrjhww[/youtube]

Giuseppe Landi (@Beppe_SC24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *