Giuseppe Landi
No Comments

Pagelle Chievo-Bologna 3-0: Paloschi decisivo, Acquafresca fantasma

I gialloblu vincono lo scontro salvezza contro il Bologna grazie alla doppietta di Paloschi e al gol di Rigoni: ecco Top e Flop del match

Pagelle Chievo-Bologna 3-0: Paloschi decisivo, Acquafresca fantasma
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Chievo batte 3-0 il Bologna e compie un altro passo verso la salvezza, superando in classifica proprio gli emiliani. I clivensi si portano in vantaggio su calcio di rigore con Paloschi, prima che l’ex attaccante del Milan segni anche il raddoppio. Rigoni firma il tris definitivo dopo un gran dribbling in area. Ecco i Top e Flop del match:

TOP

Paloschi 8: firma due gol importantissimi che potrebbero decidere le sorti della stagione del Chievo. Con i suoi movimenti mette spesso in difficoltà la difesa avversaria. Se il club si salva è in gran parte merito suo.

Rigoni 7: comincia la partita nervosamente, poi riesce ad entrare in partita contribuendo alla vittoria della sua squadra con il terzo gol: dribbling su Sorensen e tiro che batte l’estremo difensore del Bologna. Riesce anche ad imbastire buone azioni a centrocampo.

Obinna 7: sicuramente la sua miglior partita da quando è tornato a vestire la maglia gialloblu. Sfrutta la sua velocità, con il pubblico che apprezza le sue giocate. Sfiora anche il gol in due circostanze: prima su punizione, poi su un tiro da posizione defilata che sfiora il palo.

Acquafresca, Bologna

Acquafresca, un fantasma al centro dell’attacco del Bologna

FLOP

La difesa del Bologna 4: la retroguardia rossoblu non riesce a fermare gli attaccanti del Chievo, venendo quasi sempre saltata e ridicolizzata. Sorensen, Natali e Cherubin inguardabili, serata da dimenticare per loro.

Acquafresca 4: praticamente non si fa mai notare in avanti. Sembra un fantasma al centro dell’attacco, poi si presenta un’occasione colossale, ma fallisce clamorosamente il possibile pareggio da due passi.

Giuseppe Landi (@Beppe_SC24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *