Antonio Casu
No Comments

Balo’s obsession

Mario Balotelli e la caccia alla notizia a tutti i costi

Balo’s obsession
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quando parla, la notizia è sempre dietro l’angolo. Ogni giorno, o quasi, nasce una nuova polemica: ha giocato a ping pong anche se ha un problema alla spalla, ce l’ha con Seedorf per cause ignote, vuole andarsene dal Milan, vogliono metterlo in castigo! E ancora: ha letto ” Il Piccolo Principe”, chissà cosa c’è sotto! Il protagonista, quasi inutile dirlo, è Mario Balotelli, il giocatore più perseguitato della storia del calcio italiano.

Balotelli

Balo’s obsession

DIETROLOGIA A TUTTI I COSTI – Quanto è duro il mestiere del giornalista sportivo. Il Brera di turno arriva in redazione la mattina, e, chissà per quale motivo, non sa proprio di cosa parlare. E allora, ecco il colpo di genio: c’è un argomento buono per tutte le stagioni, è sufficiente controllare il profilo Twitter di Balo, e, come d’incanto, la notizia è servita! Verificarla non è necessario, quello che conta è parlare di lui ad ogni costo. Se poi arriva una richiesta di rettifica, tanto meglio, c’è materiale per un nuovo pezzo.

“NO TRUST ONE” – L’ultima “bomba” giornalistica è arrivata nelle scorse ore. Balotelli ha lanciato ieri un tweet con un’immagine raffigurante due pistole che si stringono come se fossero delle mani. Sopra e sotto il disegno campeggia una scritta: “Life is full ok fake  people. Trust no one (tradotto: “La vita è piena di persone false. Non credere a nessuno”). L’attaccante del Milan ha commentato la foto con la seguente frase: “Only your family” (“Solo la tua famiglia”). Niente di strano, è un link come i tanti che vengono condivisi ogni giorno da migliaia di giovani sui social network. Ma Balo non è uno qualunque: se l’ha pubblicato, la notizia ci dev’essere per forza! I giornalisti scatenano a quel punto la “fantasia” e “traducono” il tweet in un attacco a Clarence Seedorf, reo di aver lasciato ieri la punta in panchina. Balotelli non ci sta, e ha smentito la “notizia” nella giornata di oggi, scrivendo su Twitter: Riferito alla vita di tutti i giorni. (non mi sembra un’affermazione sulla quale fare delle polemiche) bah! FORZA MILAN comunque!”. Il secondo tweet viene riportato da tutti i principali quotidiani, ma la sostanza non cambia: Balotelli odia Seedorf, vuole andare a giocare chissà dove, magari sulla Luna!

IN DIFESA DI BALO – L’accanimento mediatico ai danni di Balotelli è quotidiano e senza confini posti all’indecenza. L’ansia di vendere una copia in più od ottenere qualche lettura sul web passa sopra a tutto, travolge ogni cosa e si trasforma in una vera e propria ossessione da “notizia”. Una pressione del genere sarebbe difficile da sostenere per chiunque, e lo è anche per Balotelli, catapultato ogni giorno in una nuova polemica. I risultati si vedono in campo: in questa stagione il rendimento dell’attaccante non è all’altezza delle sue potenzialità, Supermario non gioca tranquillo. È chiaro che anche lui ha più di una responsabilità, ma chi ne ha più di tutti è il giornalista di turno (definirli così è quasi un insulto verso la categoria) che cavalca l’onda della polemica e lo tartassa con inutili dietrologie. Balotelli è un artista, patrimonio del calcio italiano: preservarlo, in fondo, è responsabilità di tutti.

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *