Redazione
No Comments

Serie B: la top 11 della 30esima giornata

Ecco i giocatori più decisivi della giornata appena conclusa: le loro giocate hanno contribuito a portare punti

Serie B: la top 11 della 30esima giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ecco la top 11 della Serie B: timbrato il cartellino della giornata 30, possiamo stilare una “best of”, i migliori giocatori per singolo ruolo che hanno deciso in positivo le partite delle rispettive squadre e, in un 11 fantacalcistico, risultare i migliori dell’attuale giornata. 

Numero 1 – Per il ruolo di saracinesca, scegliamo l’empolese Davide Bassi, nel 4-0 della sua squadra contro la Reggina si rende protagonista di parate importanti: si sa, con un buon portiere hai metà squadra “fatta”. E l’Empoli può ritenersi fortunata. Portiere sicuro e decisivo.

La retroguardia – I 4 difensori che scegliamo per la nostra formazione tipo sono Rugani, Pellizer, Terlizzi e Marzorati. Il difensore empolese piazza il colpo del 3-0 del suo Empoli a danno della Reggina con un bel colpo di testa negli sviluppi di un corner; il difensore del Cittadella spezza gli equilibri dell’incontro segnando l’1-0 in casa del Padova dopo una respinta del portiere a seguito di un corner, si fa trovare pronto per il tap-in vincente, che aprirà le danze per lo 0-4 finale; il difensore trapanese sblocca il match contro il Varese con una bella incornata da calcio d’angolo; il difensore modenese non si segnala per alcuna marcatura ma lo premiamo per il 4-0 dei Canarini contro il Latina, al centro della difesa porta i suoi ad una vittoria importante.

Alessandro Rosina è stato uno dei giocatori migliori della 30esima giornata

Alessandro Rosina è stato uno dei giocatori migliori della 30esima giornata

Zona nevralgica – A centrocampo un quartetto niente male: Bellomo, Paghera, Rosina, Buzzegoli. Lo spezino abbatte le Rondinelle segnando il secondo gol della sua squadra depositando in rete il pallone dopo un cross del compagno Giannetti; il centrocampista del Lanciano permette alla sua squadra di pareggiare le avversità contro i rossoverdi della Ternana, un bel tiro a giro sul secondo palo dal limite dell’area, grazie a lui la sua squadra torna a casa con un punto in cascina; il senese uno dei pilastri della sua squadra, fantasia ed esperienza, in questa occasione permette alla sua squadra di battere in trasferta l’Avellino con un bel calcio di punizione dal limite che si insacca sull’angolo destro scavalcando la barriera; infine il novarese Buzzegoli che permette con il suo calcio di rigore dagli 11 metri di battere il Carpi per 1-0 portando a casa 3 punti importanti per la salvezza.

Le punte di diamante – Scelta non facile per il duo d’attacco della top 11. Sicuramente non vi è dubbio sulla prestazione dell’empolese Pucciarelli, che sigla una fantastica doppietta, il secondo e quarto gol dei suoi, nel roboante 4-0 contro la Reggina. Il suo partner d’attacco, il modenese Babacar, apre le danze nella ripresa, nel 4-0 che permette al Modena di battere il Latina, nel primo tempo ci aveva provato con un calcio di punizione che, però, si era infranto sulla traversa.

Una top 11 che parla chiaramente Empoli con 3 elementi su 11, ma che ha sicuramente portato alla cronaca altri giocatori di squadre non per forza ai vertici della classifica, a testimonianza che la serie B è una categoria complicata, dove i buoni giocatori non per forza vestono la stessa maglia.

Alessandro De Agostini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *