Simone Gianfriddo
No Comments

Nba: George e Durant da favola, New York non si ferma più | Highlights

Triple double per Paul George che guida Indiana alla vittoria casalinga contro i Chicago Bulls; Durant pazzesco con 51 punti a Toronto per la soffertissima vittoria dei suoi Okc contro i Raptors dopo 2 over time; i Knicks espugnano il Wells Fargo Center centrando l'ottava vittoria consecutiva

Nba: George e Durant da favola, New York non si ferma più | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Kevin Durant, 51 punti nella vittoria dei suoi Thunder contro i Raptors. Continua la sua marcia verso il titolo M.v.p

Kevin Durant, 51 punti nella vittoria dei suoi Thunder contro i Raptors. Continua la sua marcia verso il titolo M.v.p

 Nella notte Nba importanti vittorie per Pacers e Thunder che sconfiggono Chicago e Toronto grazie alle loro stelle Paul George e Kevin Durant, sempre più papabile al titolo di m.v.p stagionale; i Knicks continuano nella loro disperata rincorsa all’ottavo posto della Estern Conference, centrano l’ottava vittoria consecutiva sul parquet dei sempre più “tankeggianti” Philadelphia Sixers; nel naufragio della franchigia della Pennsylvania si salva solo il rookie Michael Carter-Williams che sfiora la tripla doppia.

INDIANA PACERS-CHICAGO BULLS 91-79- Vittoria convincente per gli Indiana Pacers che centrano sul parquet amico la loro quinta gara nelle ultime sei, dopo la terribile striscia di 4 sconfitte; protagonista indiscusso del match è la super star Paul George che domina con una tripla doppia(10 punti, 12 rimbalzi, 10 assists). Fondamentale anche la panchina dei squadra di Vogel, guidata da Scola autore di 19 punti. Dopo un primo tempo equilibrato (44-43), i Pacers scappano nel terzo quarto  con un parziale di 19-2 per poi chiudere definitivamente la pratica con un +18 sul 63 a 45.

INDIANA: George 10 (12 rimb), 10 ass), West 10, Hibbert 12 (11 rimb), Stephenson 15, Hill 10, Scola 19
CHICAGO: Boozer 10, Noah 12 (13 rimb), Butler 17, Augustin 17

[youtube]http://youtu.be/eOMjglsIRGU[/youtube]

PHILADELPHIA 76ERS- NEW YORK KNICKS 92-93- Ottava vittoria filata per i Knicks che cercano di raggiungere gli Atlanta Hawks(sconfitti sul parquet di casa dai Pelicans) per l’ultimo posto disponibile per accedere alla post-season. Al Wells Fargo Center i Knicks guidano il match per quasi tutto il tempo  guidati dal redivivo Stoudemire (22+10 rimbalzi) e da Melo Anthony(21) che pur aveva vissuto un inizio molto freddo (2/10 dal campo); i ragazzi di Woodson hanno un vantaggio di 17 punti a 5′ dal termine fino a quando Phila decide di svegliarsi e inizia una rimonta che porta i Sixers a -2 sul 90-92 a 42” dalla fine; Tim Hardaway jr. sbaglia la bomba che chiuderebbe il match,ma James Anderson perde una palla sanguinosa che porterà Melo dalla lunetta; 1 su 2 dalla lunetta per l’ex Nuggets che lascia l’opportunità ai padroni di casa di avere l’ultima chance, fallita da  Michael Carter Williams, autore comunque di una straordinaria prestazione vicina alla tripla doppia ( 22, 8 assists, 13 rimbalzi). Per Phila 13esima sconfitta consecutiva.

PHILADELPHIA: Young 21, Sims 16 (13 rimb), Aroten 12, Carter-Williams 22 813 rimb)
NEW YORK: Anthony 21, Stoudemire 22 (10 rimb), Chandler 17 (10 rimb), Shumpert 11

[youtube]http://youtu.be/r88sgeRWIj8[/youtube]

TORONTO RAPTORS-OKLAHOMA CITY THUNDER 118-119  2OT – Se mai volessimo una conferma su chi potrebbe essere il nuovo M.v.p Nba eccoci accontentati; Kevin Durant sfoggia una prestazione monstre che lo lancia in maniera indelebile verso il riconoscimento del migliore giocatore della Regular season; l’ex prodotto di Texas rifila 51 punti trascinando con forza i suoi OkC alla vittoria contro i tostissimi Raptors; per risolvere la faccenda ci vogliono due over time, di cui l’ultimo deciso proprio da una tripla pazzesca  di Durant. I tempi regolamentari finiscono sul 96 pari con Toronto che trova il primo pareggio grazie ad Amir Johnson; nel primo O.T è invece Kyle Lowry a strozzare l’urlo di vittoria dei Thunder che sbagliano il tiro decisivo con Jeremy Lamb a 7” dalla fine. Il secondo e ultimo over time è da cardiopalma; a 7” dalla fine con OKC sotto 118-116,  John Salmons fa 0 su 2 dalla lunetta, la palla va nelle mani del 35 Thunder che sigla la tripla decisiva a 1” dalla fine. Da segnalare l’infortunio al ginocchio subito da Russell Westbrook nel terzo quarto, anche se non apre così grave.

TORONTO : Johnson 25 (12 rimb), Valanciunas 8 (13 rimb), DeRozan 33, Lowry 25, Vasquez 21
OKLAHOMA CITY: Durant 51 (12 rimb), Ibaka 13, Westbrook 15, Jackson 25 (12 rimb)

[youtube]http://youtu.be/_U5XnFwCaX0[/youtube]

Simone Gianfriddo 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *