Giuseppe Landi
No Comments

Nba: tutto facile per Dallas e San Antonio, riscatto Washington | Highlights

Ellis e Nowitzki trascinano i Mavericks. Detroit crolla nella ripresa e i Suns vincono. Belinelli show a Sacramento; ai Lakers non basta il rientro di Nash

Nba: tutto facile per Dallas e San Antonio, riscatto Washington | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dieci gare Nba giocate nella notte. Andiamo ad analizzare Dallas-Denver, Phoenix-Detroit, Sacramento-San Antonio e LA Lakers-Washington.

DALLAS MAVERICKS – DENVER NUGGETS 122-106

Continua il momento positivo dei Mavericks che battono i Nuggets e ottengono la sesta vittoria nelle ultime otto partite. Anche Denver però si presentava al match in buona forma, reduce da 4 successi nelle ultime 5 gare, con una media punti di 110.2. A decidere il match per i padroni di casa Marion, Nowitzki e soprattutto Ellis. Quest’ultimo segna 14 punti nell’ultimo quarto, quando gli ospiti erano ancora sul -3. Denver perde Hickson per una distorsione al ginocchio destro, così Dallas chiude la gara con undici attacchi consecutivi andati a segno. Negli ultimi minuti i padroni di casa dilagano piazzando un 11-0 che chiude i conti.

Dallas Mavericks: Ellis 26, Nowitzki 21, Marion 14, Wright e Carter 13, Crowder 12, Calderon 10. Rimbalzi: Dalembert 10. Assist: Ellis 7.

Denver Nuggets: Hickson 18, Lawson 17, Arthur 11, Randolph 10. Rimbalzi: Hickson 8. Assist: Lawson 9.

[youtube]http://youtu.be/MoHIG9TSr3g[/youtube]

PHOENIX SUNS – DETROIT PISTONS 98-92

I Pistons non riescono più a vincere lontano dalla Motor City, e a Phoenix vengono condannati alla dodicesima sconfitta consecutiva fuori casa. Come al solito dopo un buon inizio, Detroit crolla nella ripresa, ma questa volta sono decisivi i numerosi tiri liberi sbagliati; soltanto Josh Smith infatti fallisce 8/8. Dragic si rende protagonista di un grande avvio di match e porta subito i Suns avanti, poi Stuckey e Bynum firmano il sorpasso. Green e Morris rispondono e all’intervallo Phoenix è in vantaggio di +3 (51-48). Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa piazzano un parziale di 9-1 e controllano la gara sino al termine, con i Pistons che riescono solo timidamente ad avvicinarsi al termine del terzo quarto. Nell’ultimo periodo Bledsoe mette a segno 15 dei suoi 23 punti, i Pistons reagiscono ancora tornando in partita, ma ancora l’ex Clippers decide il match a favore dei Suns.

Phoenix Suns: Bledsoe 23, Dragic 20, Markieff Morris 16. Rimbalzi: Markieff Morris 8. Assist: Dragic, Bledsoe 5.

Detroit Pistons: Stuckey 23, Monroe 16, Smith 15. Rimbalzi: Drummond 16, Smith 10. Assist: Bynum 9.

[youtube]http://youtu.be/RaCjShnYMf0[/youtube]

SACRAMENTO KINGS – SAN ANTONIO SPURS 79-99

Gli Spurs non si fermano e a Sacramento ottengono la dodicesima vittoria di fila, che non accadeva dal Novembre 2010. Marco Belinelli, autore tra l’altro di due canestri spettacolari, firma 13 dei suoi 17 punti nell’ultimo quarto trascinando i suoi al successo. Splitter e Leonard iniziano nel migliore dei modi, mettendo in difficoltà gli avversari con una serie di canestri. Thomas però riporta in gara i Kings, prima che entri Belinelli e continui la marcia di San Antonio. Grandissima giocata dell’azzurro in avvio di secondo quarto, quando si rende protagonista di un canestro spettacolare. Gli Spurs riescono a mantenere il pallino del gioco, e dopo essere andati all’intervallo in vantaggio di +10, subiscono la reazione dei Kings che si avvicinano, ma gli ospiti piazzano un parziale di 11-3 e tornano sul vantaggio in doppia cifra. Nell’ultimo quarto San Antonio dilaga con i punti di Belinelli e ottiene il meritato successo.

Sacramento Kings: Thomas 18, Cousins 15. Rimbalzi: Cousins 13. Assist: Cousins 5.

San Antonio Spurs: Belinelli 17, Leonard 15. Rimbalzi: Splitter 11. Assist: Duncan 6.

[youtube]http://youtu.be/DyQ56Cg5AW4[/youtube]

LOS ANGELES LAKERS – WASHINGTON WIZARDS 107-117

Nonostante i ritorni di Hill, Young e Nash i Lakers vengono sconfitti in casa da Washington. Wizards trascinati dalla coppia Wall-Beal, che insieme mettono a segno 36 punti. Hill e Young si sono resi protagonisti di una rissa con Gooden, causando l’espulsione dei due lunghi e il tecnico per Young. Proprio il giocatore di Washington aveva messo a segno già 9 punti in 4′ nell’ultimo quarto, quando i Lakers si erano riavvicinati sul -7 con un parziale di 18-5 firmato dai 15 punti totali di Sacre e Meeks. I Wizards però riprendono il controllo del match e allungano sul +16, arrivando anche sul +21. Gli ospiti si riscattano così dai quattro ko consecutivi e restano al sesto posto della Eastern Conference.

Los Angeles Lakers: Meeks 21, Young 21, Henry 12, Sacre 11. Rimbalzi: Gasol e Hill 14. Assist: Nash 11.

Washington Wizards: Wall 28, Beal 18, Harrington 15, Gortat 13, Ariza 12, Gooden 11, Booker 10. Rimbalzi: Gortat 13. Assist: Wall 14.

[youtube]http://youtu.be/4MBYJ_I7_x4[/youtube]

Giuseppe Landi (@Beppe_SC24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *