Michele Lasala
No Comments

FAIcafe24 – L’Italia del FAI vista da Sportcafe24

Anche Sportcafe24 aderisce alla XIV edizione delle giornate del FAI. I nostri redattori hanno scelto il loro monumento e vi spiegano perché visitarlo

FAIcafe24 – L’Italia del FAI vista da Sportcafe24
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ventidue e ventitré marzo 2013: in occasione della XIV edizione delle giornate FAI, Sportcafe24 diventa, per un articolo, FAIcafe24. Il FAI ha scelto l’Italia più bella e nascosta, noi proviamo a raccontarvi la nostra: alcuni dei nostri redattori da tutta Italia vi portano alla scoperta dei loro luoghi del cuore, tra quelli aperti dal FAI per questa due giorni.

FAIcafe24: Barletta, Palazzo Della Marra

FAIcafe24: Barletta, Palazzo Della Marra

Muovendomi tra le meraviglie di Barletta, non posso non entrare nella Pinacoteca del palazzo Della Marra, dove è conservata la più importante raccolta di opere di Giuseppe De Nittis (Barletta, 1846 – Saint-Germain-en-Laye, 1884), collezione donata alla città di Barletta da Léontine Gruvelle, moglie dell’artista. De Nittis fu definito da Jules Claretie “più parigino dei parigini”, e questo in virtù del fatto che effettivamente seppe, meglio di qualunque altro pittore francese suo contemporaneo, raccontare mirabilmente la vita quotidiana che si consumava dentro e fuori le case della borghesia parigina. Ma soprattutto perchè De Nittis colse, della Parigi di fine Ottocento, lo spirito, la sensibilità, l’anima più autentica. Uscendo dalla Pinacoteca, avremo quasi la percezione di rivedere riflessi nei volti della gente e nel cielo sopra di noi i colori e le luci che De Nittis andava catturando giorno per giorno tra le campagne e i boulevard della Parigi di fine Ottocento.

Michele Lasala

In occasione delle giornate Fai di Primavera è possibile visitare diversi monumenti e luoghi di interesse. Per la regione Sicilia, in particolare per chi abita a Palermo e Provincia, si consiglia di visitare Villa Palagonia situata

FAIcafe24: Palermo, Villa Palagonia

FAIcafe24: Palermo, Villa Palagonia

nel Comune di Bagheria, ricordata anche negli scritti di Goethe che la visitò nel 1787.  La superba villa barocca, che tra l’altro fa la sua comparsa anche nel film Baaria di Giuseppe Tornatore, è meglio conosciuta come la “villa dei mostri” a causa delle decorazioni dei corpi bassi esterni con mostri, animali fantastici e creature antropomorfe. Intorno alla Villa ruotano molte leggende, come quella della follia del Principe. Le fonti storiche in realtà parlano di un uomo lucido e non folle ma dotato di un brutto aspetto tanto che, secondo  il parere di alcuni studiosi, le statue mostruose servivano a esorcizzare il suo complesso. Le costruzioni iniziarono nel 1715 per conto di Francesco Ferdinando Gravina Cruyllas, poi nel 1885 la Villa venne acquistata da privati. Tutt’oggi si presenta come un decorato scrigno barocco.

Erika Aleksandra Provenzano 

FAIcafe24: Firenze, Palazzo Beccai

FAIcafe24: Firenze, Palazzo Beccai

Per la ventiduesima edizione della giornata FAI io visiterò il Palazzo dell’arte dei Beccai di Firenze, attualmente sede dell’Accademia delle Arti del disegno. L’Accademia ha festeggiato nel 2013 i 550 anni di esistenza essendo stata fondata nel 1563 da Cosimo I de’ Medici su consiglio di Giorgio Vasari. L’accademia di Belle Arti però vi si è trasferita solamente nel 1974 in quanto il palazzo fu costruito nel XIV secolo per una delle corporazioni di arti e mestieri di Firenze, l’Arte dei Beccai (i Beccai erano i macellai e i gestori di osterie e taverne). La facciata del palazzo presenta tre stemmi che servono a ricordare i proprietari presenti e passati dell’edificio: quello con il caprone rappresenta l’arte dei Beccai, il giglio di Firenze il Comune e i tre cerchi intrecciati rappresentano l’Accademia. Questi tre cerchi rappresentano le tre arti maggiori intrecciate come sorelle: Architettura, Pittura e Scultura, che rappresentano il fondamento comune del disegno.

Kevin Brunetti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *