Enrico Cunego
No Comments

Le pagelle di Valencia-Ludogorets 1-0: Mathieu lottatore, Moti in affanno

Con un gol di Paco Alcacer il Valencia certifica la qualificazione ai quarti dopo lo 0-3 in Bulgaria. Scopriamo i migliori ed i peggiori della sfida del Mestalla

Le pagelle di Valencia-Ludogorets 1-0: Mathieu lottatore, Moti in affanno
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cosmin Moti, in affanno contro gli attacchi del Valencia

Cosmin Moti, in affanno contro gli attacchi del Valencia

Dopo il 3-0 dell’andata in terra bulgara il Valencia certifica la propria qualificazione tra le migliori 8 di Europa League agguantando il bottino pieno con il minimo sforzo. Una gara che si preannunciava come poco spettacolare e che ha rispettato le previsioni, anche se le emozioni non sono mancate. Primo tempo sonnolento animato solo nel finale da una botta da fuori area di Parejo che si stampa sulla traversa della porta difesa dall’ottimo Stojanov. Nella ripresa inevitabilmente si alzano e dopo pochi minuti Paco Alcacer sbaglia una ghiotta occasione da pochi passi, facendosi perdonare al 59′, quando un bel cross radente dalla sinistra di Cartabia viene scaraventato in rete dal giovane attaccante dei “pipistrelli”. E’ la rete che manda ai titoli di coda il match e che decreta l’eliminazione del Ludogorets, comunque dimostratasi ottima squadra e degna rappresentante della Bulgaria, dove ora la squadra allenata da Stoev proverà a conquistare il terzo campionato consecutivo. Missione compiuta, invece, per il Valencia che ora entra nella fase più calda della coppa. Ma gli uomini di Juan Antonio Pizzi hanno dimostrato di essere ben presenti e pronti a sfidare chiunque. Andiamo ora a vedere chi si è comportato meglio e chi peggio.

TOP

Jeremy Mathieu: il migliore in campo. Corre, lotta, pressa e sprona al meglio i propri compagni. Il centrale francese si dimostra un autentico leader dello spogliatoio spagnolo, guidando i suoi anche in una partita apparentemente scontata. Grinta, concentrazione e massimo impegno: questi sono gli imperati dell’ex Tolosa, al momento molto chiuso nella propria nazionale per abbondanza di interpreti, ma sempre tenuto in buona considerazione da Laurent Blanc VOTO 7,5

Federico Cartabia: non è certo una novità, ma questo ragazzo ha talento da vendere. La classe dell’esterno argentino classe ’93 illumina la serata del Mestalla con giocate da applausi e con un assist magnifico per il gol-partita di Alcacer. Autentico patrimonio di un club sempre più improntato verso la linea verde, le aspettative per un futuro radioso ci sono tutte VOTO 7

Virgil Misidjan: l’esterno olandese, numero 93 come il suo anno di nascita, si dimostra nettamente il migliore dei suoi nella serata del Mestalla. Numeri e spunti interessanti, il giovanissimo olandese si è messo decisamente in mostra grazie all’importante vetrina dell’Europa League, così come molti suoi compagni. Da seguire. VOTO 6,5

FLOP

Cosmin Moti: serata negativa per il centrale romeno del Ludogorets, che soffre continuamente le avanzate dell’ispirato Cartabia. Inoltre, ciliegina sulla torta, si perde Alcacer in occasione del gol che decide il match. Rimandato VOTO 5

Hristo Zlatinski: prestazione incolore anche per il mediano della squadra bulgara, il quale non incide molto nella costruzione del gioco dei suoi dimostrando indecisione e poca grinta. Oggi si è visto poco, ma rimane comunque un punto fermo dei bi-campioni di Bulgaria. VOTO 5

Edu Vargas: dispiace dare l’insufficienza ad uno della sua classe, ma gli eccessi di egoismo in molte azioni offensive penalizzano in modo netto la prestazione del fantasista cileno. I numeri e la tecnica sono comunque dalla parte dell’ex Napoli, che sta già dimostrando di potersi riscattare dalla deludente parentesi italiana. VOTO 5,5

Ed ecco i voti numerici della gara

Valencia (4-2-3-1): Diego Alves 6; Pereira 6, Ruiz 6, Mathieu 7,5, Gaya 6 (dal 71′ Bernat 6); Fuego 6,5, Herrero 6 (dal 56′ Barragan 6); Vargas 5,5, Parejo 6,5, Cartabia 7; Alcacer 6,5 (dal 65′ Jonas 6)All. Pizzi 6

Ludogorets (4-2-3-1): Stoyanov 6; Minev 6, Moti 5, Terziev 5,5, Caiçara 6; Zlatinski 5, Dyakov 6; Aleksandrov 5,5 (dal 76′ Lumu SV), Marcelinho 6 (dal 67′ Hernandez 6), Misidjan 6,5; Benzjak 5,5 (dal 79′ Platini SV) All. Stoev 6

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *