Simone Viscardi
No Comments

Benfica-Tottenham 2-2: Oblak decisivo, non basta Chadli | Le pagelle

Garay porta in vantaggio il Benfica, che spreca e si fa rimontare. Gli ospiti si illudono con la doppietta del belga, ma vengono puniti nel recupero da Lima

Benfica-Tottenham 2-2: Oblak decisivo, non basta Chadli | Le pagelle
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Benfica-Tottenham: Eriksen non si fa notare

Benfica-Tottenham: Eriksen non si fa notare

BENFICA

Oblak Voto 6,5 – Può poco nei sessanta secondi da mostro di Chadli. Salva la qualificazione nel finale con un intervento miracoloso su Sigurdsson – Prodigio

Pereira Voto 5,5 – In difficoltà sulla rapidità degli esterni inglesi, soffre per tutto l’incontro – Infilato

Luisao Voto 5 – Il capitano di mille battaglie trova una serata parecchio complicata. Anche la sua specialità, il colpo di testa, lo tradisce – Molle

Garay Voto 6 – Non una prestazione trascendentale, ma è sua la rete che sblocca il match e incanala la qualificazione verso Lisbona – Risolutore

Siqueira Voto 6 – Tiene bene la posizione, in una partita dove non c’è grande bisogno di spingere – Coperto

Salvio Voto 6,5 – Spina costante nel fianco della difesa londinese. Da una sua azione personale nasce la rete del vantaggio – Assistman

Andrè Gomes Voto 6,5 – Gestisce con talento la mediana in maglia rossa. Buoni i fraseggi e le geometrie, serata ok – Metronomo

Amorim Voto 6 – Macina kilometri e da molta sostanza ad un centrocampo votato più alla qualità che alla quantità – Oscuro

Djuricic Voto 5,5 – Serata non eccezionale, fatica ad entrare in partita e a offrire giocate di qualità, giustamente sostituito – Anonimo (dal 71′ Perez Voto 6 – Freschezza utile a gestire l’infuocato finale – Controllore)

Cardozo Voto 5,5 – Si sbatte per la squadra, ma diversamente dal solito non riesce a entrare nel tabellino dei marcatori – Digiuno (dal 76′ Lima Voto 6,5 – Nel recupero il Tottenham mette paura, lui chiude il discorso col rigore del definitivo 2 a 2 – Sollievo)

Sulejmani Voto 6 – L’ex lanciere bada più a chiudere che a effettuare scorribande sull’out, e lo fa molto bene – Sacrificato

All.Jesus Voto 6 – La sua squadra fa e disfa, ma ha il merito di non crollare definitivamente – Salvo

TOTTENHAM

Friedel Voto 5 – Performance tutt’altro che positiva per “nonno” Brad, mai sicuro sia tra i pali che in uscita. A quasi 43 anni non sarebbe ora di smettere? – Pensionato

Naughton Voto 5,5 – Spinge poco e male nel primo tempo, dove bada più a contenere. Più coraggioso nella ripresa – Timido

Fryers Voto 6,5 – Tiene bene su Cardozo, anche se la punta paraguaiana non offre una delle sue edizioni migliori. Sempre sicuro, mai in difficoltà – Ottimo

Sandro Voto 6 – Lotta come un leone, ma commette l’ingenuità con il fallo da rigore che pone fine alla partita – Eccessivo

Rose Voto 5,5 – Come Naughton sull’altra fascia offre il minimo indispensabile in termini di proposizione offensiva – Basso

Lennon Voto 5 – Periodo storto per il folletto inglese. Non entra mai nel vivo del match, rimanendo ai margini della manovra Spurs – Delusione

Bentaleb Voto 7 – Giostra il centrocampo con buon piede e grande personalità. Trova poca assistenza dai compagni, ma nel complesso è uno dei migliori – Regista

Chadli Voto 7,5 – Sfiora il miracolo. Illumina la serata del Tottenham con due reti in un minuto che svegliano la squadra, facendo sperare nella clamorosa rimonta – Faro

Sigurdsson Voto 6 – Ha sulla testa la palla dei supplementari, ma Oblak gli dice di no – Sventato

Townsend Voto 5 – Molto fumoso, punta raramente l’uomo, cerca la soluzione da fuori ma è poco fortunato – Statico (dal 76′Eriksen Voto 5,5 – Anonimo come il compagno che rileva, non da la scintilla giusta – Polveri Bagnate)

Soldado Voto 5 – La sfida dei bomber con Cardozo finisce in parità, nel senso che nessuno dei due è capace di incidere. Lo spagnolo, in particolare, stecca completamente – Bocciato (dal 72′Kane Voto 6,5 – Appoggia a Chadli i palloni che il belga tramuta in gol – Distributore)

All.Sherwood Voto 5,5 – Il suo Tottenham non da mai l’idea di crederci per quasi 80 minuti. Chadli suona la sveglia, ma è troppo tardi – Sfiduciato

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *