Daniel Degli Esposti
No Comments

EuroCup: Valencia travolge l’Alba. Unics Kazan corsaro

Gli spagnoli travolgono i tedeschi 86-54 e chiudono i giochi. Budivelnik e Hapoel Tel Aviv vincono sul filo di lana, Kazan espugna Ankara.

EuroCup: Valencia travolge l’Alba. Unics Kazan corsaro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nell’andata dei Quarti di EuroCup Valencia batte 86-54 l’Alba Berlino, mentre l’Unics Kazan espugna 68-81 Ankara. Budivelnik e Hapoel vincono di 3.

Il pubblico del Valencia Basket.

Il pubblico del Valencia Basket

VALENCIA-ALBA BERLINO 86-54 – C’era una volta la grande Serie A, un campionato capace di mandare regolarmente due squadre alle Final Four di Eurolega e di arrivare quasi sempre in fondo alle altre competizioni. Di quella lega, oggi, non resta che un vago ricordo. I Quarti di Finale di EuroCup hanno portato l’ennesima prova della decadenza del movimento cestistico del Bel Paese: l’Alba Berlino, che ha eliminato piuttosto nettamente Sassari, è clamorosamente crollata sul campo del Valencia. Il parziale del secondo quarto (29-5) e la prestazione sontuosa di Justin Doellmann (33 punti, 34 di valutazione) hanno cancellato i tedeschi e hanno trasformato il match di ritorno in una pura formalità. Dopo aver eliminato il Khimki, i ragazzi di Perasovic hanno mandato l’ennesimo segnale all’EuroCup: Valencia vuole andare fino in fondo e non ha paura di nessuno.

AKYON TED ANKARA-UNICS KAZAN 68-81 – La corazzata russa non si ferma: l’Unics Kazan apre il gas e annichilisce l’Akyon TED Ankara con una prestazione straordinaria. Dopo un primo quarto equilibrato, l’ex-Barça Eidson e McKee spaccano la partita e contribuiscono a creare un gap che il trascorrere dei minuti finisce per allargare con sconcertante costanza. Il punteggio dell’ultima sirena condanna Golubovic e compagni a un ritorno impossibile: nelle steppe russe ci sarà bisogno del miglior Tucker e di un Akyon TED d’annata per ridare slancio alla stagione di EuroCup del basket turco.

LE ALTRE – Il Budivelnik Kiev mette da parte le paure e le angosce per un paio d’ore e supera 82-79 la Stella Rossa Belgrado: il ritorno in terra serba sarà carico di fascino e di tensione poiché Rasko Ratic e compagni faranno di tutto per ribaltare uno scarto che non sembra affatto insormontabile. Per un curioso paradosso statistico, la stessa missione attenderà il Nizhny Novgorod: Brezec e compagni hanno perso 81-78 sul campo dell’Hapoel Gerusalemme e, fra sette giorni, cercheranno di conquistare il pass per le semifinali di EuroCup nel loro palasport.

Daniel Degli Esposti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *