Matteo De Angelis

Milan, impresa sfiorata

Milan, impresa sfiorata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 21 MARZO – Dispiace non andare in finale dopo una partita così, ma la qualificazione l’abbiamo compromessa all’andata, a San Siro”. Con queste parole il tecnico rossonero, Massimiliano Allegri, ha commentato a caldo la partita di Coppa Italia disputata ieri sera a Torino dalla sua squadra.

Il Milan, in svantaggio al 28′ per il gol di Del Piero e in virtù del risultato dell’andata (1-2) sembrava ormai rassegnato a dover vedere trionfare gli avversari. Allegri infatti decide di togliere una pedina importante come Ibrahimovic già a fine primo tempo, con la testa probabilmente alla delicata sfida di sabato con la Roma e al doppio impegno che vedrà il Milan affrontare il Barcellona in Champions League. Invece accade quello che non ti aspetti: lancio di Mexes, difesa della Juve distratta e Mesbah ne approfitta per siglare la sua prima rete in rossonero che vale l’1-1 e riaccende gli animi dei tifosi. Si rivede in campo anche Inzaghi, segno che Allegri ha capito il momento di difficoltà della Juventus e vuole provare il colpaccio. Ci pensa Maxi Lopez, subentrato proprio ad Ibra nella ripresa, a far ammutolire lo Juventus Stadium con un super gol dopo essersi liberato di Chiellini. Si va ai supplementari con entrambe le squadre stanche che però non sono intenzionate a mollare una finale che sembra ad un passo. E’ Mirko Vucinic a decidere le sorti della sfida con un gol strepitoso: stop della palla, sguardo alla porta e missile che si insacca all’incrocio dei pali. Esplode lo stadio, la Juventus ritrova una finale che mancava da troppo tempo.

Il Milan esce comunque a testa alta con la consapevolezza di averci provato fino in fondo. Stasera gli uomini di Conte sapranno chi tra Napoli e Siena dovranno affrontare per provare a vincere il loro primo trofeo post-calciopoli.

C’è sicuramente rammarico in casa Milan, ma ora i rossoneri dovranno avere la capacità di mettere da parte questa partita e concentrarsi su Campionato e Champions League, con la speranza di recuperare qualche pedina fondamentale in vista del tour de force che li vedrà impegnati da qui fino a fine stagione.

a cura di Matteo De Angelis

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *