Orazio Rotunno
No Comments

Indian Wells, è il trionfo di Flavia Pennetta: demolita la Radwanska

Una strepitosa Flavia conquista il primo Masters di una brillante carriera: ora è n.12 al mondo, ma anche la n.1 nel cuore di Fognini?

Indian Wells, è il trionfo di Flavia Pennetta: demolita la Radwanska
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Flavia Pennetta conquista Oracle e gli Indian Wells, a 32 anni corona con un trionfo prestigioso la brillantissima carriera che solo 12 mesi fa sembrava dovesse avere fine a causa di un serio infortunio al polso. Poi una seconda parte di stagione emozionante, la semifinale agli Us Open ed ora una vittoria al termine di un torneo in cui ha eliminato le prime due teste di serie al mondo. Ora la brindisina è n.12 del mondo, e forse arriva anche una conquista fuori dal campo….

N.1 IN CAMPO E FUORI, ITALIA NELLA STORIA – Non era mai accaduto prima che tre italiane stazionassero fra le prime 15 del mondo, Flavia torna la n.2 d’Italia superando Roberta Vinci e porta sempre più su un tennis italiano che nell’ultimo lustro ha collezionato in serie Roland Garros, Fed Cup ed ora Indian Wells. Merito di Errani, Vinci, Schiavone e Pennetta: un dream team da sogno che si spera possa presto essere emulato dai maschi. Una finale senza storia, vinta per 6-2, 6-1 e forse aiutata dal problema fisico della polacca, che però anche ad inizio match dava la netta sensazione di soffrire terribilmente la Pennetta. Un tabellone difficilissimo per l’azzurra, che ha eliminato prima l’ex campionessa degli Us Open Samantha Stosur, poi la Giorgi capace di battere la campionessa in carica Maria Sharapova, ai quarti la Stephens definita in patria la nuova Serena Williams e soprattutto le teste di serie n.1 e 2. Prima Na Li in semifinale, poi la Radwanska in una finale senza storia. Una conquista infinita, che potrebbe non aver fine in campo: Fabio Fognini è rimasto nel box della Pennetta anche dopo la sconfitta con Dolgopolov, segno di una bella amicizia e, forse, di qualcosa di più. In mattinata la bella Flavia ha postato una foto su Twitter che ritrae i due in una posa abbastanza intima, sarebbe la seconda “love story” fra la brindisina ed un collega dopo il lungo fidanzamento con l’ex campione del Roland Garros Carlos Moya.

Ora Flavia godrà di un meritato riposo prima di tornare in quel di Miami, fra una settimana, per tornare all’attacco in un torneo che la vedrà di diritto fra le favorite alla vittoria finale. Da n.12 al mondo, a 32 anni e dopo quasi un anno di infortunio: le belle favole esistono ancora!

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *