Giuseppe Landi
No Comments

Milan-Parma 2-4: Cassano da Nazionale, disastro Abbiati. Le pagelle

Il portiere rossonero dopo soli cinque minuti interviene male su Schelotto, causando rigore ed espulsione. Cassano sigla una doppietta e manda un messaggio a Prandelli

Milan-Parma 2-4: Cassano da Nazionale, disastro Abbiati. Le pagelle
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Milan non riesce a rialzarsi e viene sconfitto a San Siro anche dal Parma di Donadoni. Dopo essere rimasti in 10 uomini dopo 5 minuti per l’espulsione di Abbiati, i rossoneri hanno subito il doppio svantaggio con una doppietta dell’ex Cassano, prima di agguantare il pari con Rami e Balotelli. Il 2-2 però dura pochi secondi, sino a quando Amauri con un colpo di tacco riporta avanti i ducali; la chiude Biabiany nei secondi finali. Ecco le pagelle del match:

Balotelli

Sotto i fischi del pubblico del Milan, Balotelli prima colpisce il palo poi trasforma un penalty

MILAN

Abbiati 3: esce in ritardo su Schelotto, commettendo un fallo da rigore ed espulsione e costringendo quindi i compagni a giocare l’intera partita in dieci uomini.

Abate 5,5: si fa notare in fase offensiva, arrivando più volte sul fondo. Peccato che i suoi cross sono quasi tutti imprecisi.

Mexes 5: partita folle. Si becca un giallo per un brutto fallo su Cassano, poi rischia in un paio di circostanze l’espulsione.

Bonera 6: il migliore dei difensori partiti dal primo minuto. Bravo a respingere al tiro di Biabiany a botta sicura. (65′ Pazzini 5: non tocca praticamente palla, sempre fuori dal gioco).

Emanuelson 4: ancora una prestazione orribile. Viene intimorito dalla protesta del pubblico rossonero, e non riesce ad azzeccarne una. (52′ Rami 6,5: entra e segna il gol che dà la scossa alla squadra. Quasi insuperabile in difesa).

Essien: s.v. (7′ Amelia 6: entra e viene subito spiazzato dal rigore di Cassano. Miracoloso sulla deviazione di Mexes, sul colpo di tacco di Amauri la palla gli passa sotto le gambe, ma non ha colpe).

De Jong 5,5: anche lui è sembrato stanco. Riesce a far girare il pallone, ma non ha la velocità delle scorse partite.

Poli 6,5: un autentico jolly. Corre dal primo all’ultimo minuto, giocando prima da trequartista, poi da centrocampista e infine da terzino sinistro.

Montolivo 5,5: gara da rivedere la sua. Ci mette grinta, ma non basta, da lui ci si aspetta sicuramete qualche giocata importante.

Kakà 5: suo l’angolo battuto per la testa di Rami, prova a rendersi pericoloso ma riesce poche volte a saltare l’avversario.

Balotelli 6: sbaglia un gol già fatto colpendo il palo da pochi passi, poi torna al gol su calcio di rigore. Prestazione tutto sommato sufficiente.

PARMA

Mirante 6: non è praticamente mai chiamato in causa, subisce due reti ma su queste è incolpevole.

Cassani 6,5: prestazione positiva per il terzino ducale. Svolge ottimamente entrambi le fasi.

Felipe 6: dimostra di essere un degno sostituto di Paletta. Partita giocata con attenzione, senza commettere errori, riuscendo a limitare gli attaccanti del Milan.

Lucarelli 6: anche lui, come il compagno di reparto, riesce a contrastare gli avversari, risultando insuperabile.

Molinaro 6,5: si conferma un buon acquisto per gli schemi di Donadoni. Vince il duello con Abate, riuscendo a mettere al centro dell’area cross importanti per gli attaccanti.

Acquah 6: gara di quantità la sua. Prova più volte il tiro da fuori, ma manca la precisione. (80′ Munari s.v.).

Marchionni 5,5: corre ma al centro del campo si vede ben poco, e infatti viene sostituito nella ripresa. (72′ Obi 5: riesce a fare anche peggio del compagno. Entra e causa il rigore del pareggio rischiando di mettere in discussione anche la prestazione dei compagni di squadra).

Parolo 6: gioca una buona partita, senza strafare. Smista palloni per gli altri centrocampisti, riuscendo a trovare qualche lancio importante.

Biabiany 6: non riesce ad accendersi con la sua velocità, ma nel finale trova il quarto gol.

Cassano 8: zittisce il pubblico di San Siro, che lo fischia sempre, con una doppietta. Spiazza Amelia dal dischetto, poi bravo a girare in rete la palla che vale il raddoppio. Messaggio a Prandelli. (63′ Amauri 7: entra e regala i tre punti alla sua squadra, segnando con un pregevole colpo di tacco).

Schelotto 6,5: svolge il ruolo di Biabiany. Sfruttando la sua velocità mette in difficoltà la retroguardia del Milan, procurandosi rigore ed espulsione dopo soli cinque minuti. Suo anche l’assist per il tacco di Amauri che vale il 3-2.

Giuseppe Landi (@Beppe_SC24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *