Simone Gianfriddo
No Comments

Liga: il Real passa a Malaga con Cristiano Ronaldo

Le Merengues sbancano il difficile campo della Rosaleda per 1 rete a 0 grazie al solito Cristiano Ronaldo, autore dell'unica rete dell'incontro al 23' del primo tempo, e mantengono la momentanea vetta della classifica; per il portoghese sono gia 25 le reti nella Liga. Ritorna il buio in casa Malaga, poco cinico e sprecone

Liga: il Real passa a Malaga con Cristiano Ronaldo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cristiano Ronaldo, 25 goal nella Liga. Sua la rete decisiva di Malaga-Real Madrid

Cristiano Ronaldo, 25 goal nella Liga. Sua la rete decisiva di Malaga-Real Madrid

Un Real Madrid spietato piega di misura un coriaceo Malaga grazie ad una rete dell’immenso Cristiano Ronaldo che raggiunge quota 25 marcature nella Liga. La squadra di Ancelotti mantiene così il vantaggio rispettivamente di 7 e 6 punti da Barcellona e Atletico Madrid, impegnate tra domani e questa sera alle 22. La squadra di Schuster , protagonista di un’ottima prestazione, può recriminare per diverse occasioni sprecate che però non migliorano una situazione di classifica ancora non “tranquilla” per la squadra lusitana.

IL “SOLITO” RONALDO- Il match nela caldissima Rosaleda di Malaga, si apre subito con un episodio da moviola che vede coinvolti l’argentino Angeleri ed il gallese Gareth Gale; il difensore andaluso  aggancia l’ex Totthenam in area di rigore ma l’arbitro non vede e fa proseguire. I padroni di casa non si fanno intimorire dai Galacticos e spingono subito sull’acceleratore, non trovando però la via giusta per rendersi pericolosi. Si arriva così al 23′, ed è qui che Cristiano Ronaldo decide di entrare in scena alla sua maniera; dopo aver ricevuto palla da Bale sull’angolo sinistro dell’area, si accentra, tenendo a distanza due avversari,  e lasciare  partire un destro che fulmina l’incolpevole Wally Caballero; per il pallone d’oro portoghese è la 240esima marcatura in maglia Real nella Liga, a sole due lunghezze da Puskas a quota 242.  Alla mezz’ora potrebbe già arrivare lo 0-2, ma pur rimanendo uguali i protagonisti dell’azione (Bale e Cristiano Ronaldo), il risultato cambia , con il fuoriclasse ex Manchester United impreciso sotto porta; nell’occasione si infortuna anche Benzema che lascia il terreno di gioco per Angel Di Maria. Il Malaga, spinto dal suo instancabile pubblico, non demorde e prova a trovare la strada giusta per battere Diego Lopez, non riuscendoci. Il più impavido è il marocchino Amrabat che sulla fascia destra crea dei grossi grattacapi alla difesa madrilena.

IL CUORE NON BASTA– La ripresa segue lo stesso canovaccio tattico della fine del primo parziale di tempo, con gli andalusi impegnati ad impostare la manovra offensiva ma senza risultare pericolosi. Il Real Madrid non forza , attende e, forte dello spaventoso reparto avanzato a disposizione, si rende sempre pericoloso quando attacca: l’ennesima occasione clamorosa capita sui piedi di Isco che si divora un goal già fatto dopo avere ricevuto l’ottima assistenza di Di Maria, autore di un coast to coast alla Garrincha. Il giovane fantasista spagnolo, forse in preda ai ricordi dei suoi recenti trascorsi in maglia bianco azzurra, non brilla ed esce per favorire l’ingresso in campo di Jesè. Gli uomini di Schuster vanno vicini al pareggio nel finale con Sanchez che sfiora la traversa, ma questo non basta per evitare una sconfitta di misura troppo severa per un Malaga che ha davvero fatto sudare le cosiddette 7 camicie alla squadra di Ancelotti. La parabola africana raccontata dall’ex tecnico del Milan in conferenza stampa pare aver funzionato, ed è così  che i blancos di Madrid possono guardare dall’alto le due inseguitrici arrivando da capolista solitaria per il “Clasico di domenica prossima.

TABELLINO-   Malaga- Real Madrid 0-1

Malaga (4-2-3-1): Willy; Angeleri (86′ El Hamadaoui), Sanchez, Ferreira, Antunes; Camacho, Tissone (68′ Jakovenko); Garcia Sanchez (68′ Portillo); Duda, Amrabat; Santa Cruz.     All. Schuster

Real Madrid (4-2-3-1): Lopez; Carvajal, Varane, Pepe, Marcelo; Xabi Alonso, Modric (90′ Illarramendi); Bale, Isco (63′ Jesé), Cristiano Ronaldo; Benzema (31′ Di Maria)                    All. Ancelotti

Marcatori: 23′ Cristiano Ronaldo (RM)

Ammoniti: Antunes (M), Duda (M)

Simone Gianfriddo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *