Enrico Cunego
No Comments

Ligue 1: Gignac salva l’OM a Reims

Nell'anticipo della ventinovesima giornata l'OM evita una sconfitta meritata grazie al proprio goleador. Europa sempre più lontana. Sorpasso fallito per il Reims

Ligue 1: Gignac salva l’OM a Reims
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Ligue 1: Antoine Devaux, a segno per i padroni di casa

Ligue 1: Antoine Devaux, a segno per i padroni di casa

L’ Olympique Marsiglia evita la terza sconfitta consecutiva pareggiando in Ligue 1 in rimonta sul difficile campo del Reims, autentica rivelazione stagionale, ma la crisi è tutt’altro che passata. Serve un gol di Gignac all’80’ per rimettere in carreggiata un OM in evidente difficoltà. Per il Reims è una beffa vera e propria, visto che l’eventuale successo poteva proiettare gli uomini di Fournier al sesto posto, superando proprio i rivali di giornata.

POCHE EMOZIONI – Novità da entrambe le parti nell’11 titolare, con Fournier che lascia in panchina il congolese Onianguè, punto di forza dei bianco-rossi, inserendo al suo posto il danese Mads Albaeck, mentre Anigo lascia fuori Thauvin, sostituendolo col rientrante Bruno Cheyrou. 4-3-3 per entrambe le formazioni, con i padroni di casa che schierano il trio d’attacco Ayitè-De Preville-Fortes, mentre gli ospiti rispondono con Payet-Gignac-Valbuena. L’inizio di gara vede subito un OM in difficoltà che subisce il pressing e l’agonismo del Reims, pericoloso con Ayitè e De Preville. Ma la prima grande occasione del match è di marca bianco-azzurra, con Payet che al 17′ serve al centro un ottimo pallone per Gignac, che di testa si fa parare la conclusione dalla mano destra del portiere togolese Kossi Agassa. A questo punto il Marsiglia comincia a prendere le misure agli avversari, ma le occasioni latitano, anche se al 44′ Cheyrou ci prova con un buon destro respinto ancora da Kossi Agassa. Dopo un minuto di recupero Bastien manda le squadre a riposo sul risultato di 0-0.

BOTTA E RISPOSTA – La ripresa riparte con gli stessi 22 effettivi del primo tempo. Nessuna occasione degna di nota fino al 61′, quando un altro colpo di testa di Gignac da distanza ravvicinata viene parato dall’ottimo Agassa, sulla cui respinta Fanni conclude malamente mandando il pallone alto sopra la traversa. Gol sbagliato, gol subito, visto che 6 minuti dopo il Reims va avanti grazie alla prima occasione da gol: cross dalla destra di Signorino e colpo di testa vincente di Arnaux, al secondo centro stagionale, che batte troppo liberamente Steve Mandanda. A questo punto Anigo decide di dare una scossa ai suoi inserendo Thauvin per l’appannato Payet. Dall’altra parte anche il Reims opera il primo cambio, con De Preville che lascia il posto a Gaetan Courtet. Con l’entrata in campo dell’ex Lille arriva all’80’ il pari dell’OM, grazie ad un traversone dalla destra di Rod Fanni, sul quale esce malamente il fin li perfetto Agassa, che, disturbato anche da Andrè Ayew, manca la presa coi pugni concedendo una facile rete a porta vuota di Gignac, che trova finalmente il centro numero 13 in stagione. A questo punto l’OM vuole la rete del ko, ma sia Valbuena e Gignac si dimostrano troppo imprecisi e precipitosi nelle proprie conclusioni. Nel finale, al 90‘, brividi per Anigo con Courtet che di testa si fa sparare con un grande riflesso di Mandanda il pallone del sorpasso, ma tutto era fermo per posizione di fuorigioco. Finisce così con un pareggio che alla fine può accontentare un Reims che comunque ha accarezzato la possibilità di fare il bis dopo il successo dell’andata (2-3 al Velodrome), mentre per il Marsiglia continuano i tempi bui

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *