Manlio Mattaccini
No Comments

Pagelle Basilea-Salisburgo 0-0: Sauro insuperabile, Soriano assente

I migliori e i peggiori dell'andata del confronto tra le due squadre alpine

Pagelle Basilea-Salisburgo 0-0: Sauro insuperabile, Soriano assente
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Un pareggio che ha parzialmente deluso quello andato in scena nell’andata del confronto tra Basilea e Salisburgo. Le due formazioni alpine si sono complessivamente annullate, dando vita ad una partita più vivace nel primo tempo, a ritmi lenti nella ripresa. Salisburgo particolarmente attivo nei primi venti minuti del match, dove crea a ripetizione occasioni da rete sventate prontamente dal portiere elvetico Sommer. A bocca asciutta però rimane il bomber di Coppa: si tratta dello spagnolo Soriano, autore già di sette marcature ma ieri totalmente in ombra. Si rifarà. Basilea che lascia sfogare gli avversari e prova ad affondare nella ripresa, con l’asse composto da capitano Stocker e Die produttori delle uniche azioni degne di nota di tutto il match. Insomma, le due squadre si sono nascoste. I gol e lo spettacolo non mancheranno nel ritorno, dove per tentare la qualificazione bisognerà pur rischiare qualcosa.

I TOP

SAURO (Basilea): Il difensore argentino, cresciuto nel Boca, dimostra di saperci fare anche con i piedi. Sua nel primo tempo l’elegante incursione che libera il compagno Delgado, che sciuperà tutto. In più in difesa è sempre impeccabile nel comandare il reparto, riuscendo ad annullare l’attacco prolifico degli austriaci.

KAMPL (Salisburgo): Corre, salta l’uomo, serve i compagni: il terzino sloveno è la mina vagante dell’intera partita. Ogni azione pericolosa passa o nasce dal suo piede. I compagni non in giornata però capitalizzano poco il suo enorme lavoro. Cresciuto nel Bayer Leverkusen, forse abbandonato troppo presto. Ha ancora 24 anni, può diventare uno dei migliori nel suo ruolo.

I FLOP

Magnifico gol di Soriano con la maglia del Salisburgo Europa League

Soriano, ieri a secco


DELGADO (Basilea): Il fantasista argentino, già a Basilea dal 2003 al 2006, sente il peso degli anni. E soprattutto l’aver giocato nelle ultime tre stagioni negli Emirati Arabi. Sembra lento, avulso dal gioco, poco concreto: distante anni da luce da quel giocatore che in Svizzera aveva comunque lasciato un ottimo ricordo.

SORIANO (Salisburgo): Per carità: ci può stare che un bomber rimanga a secco per una partita. La cosa strana è se si tratta del cannoniere della competizione; ma ancora più strano è che non c’è traccia del suo zampino nelle occasioni pericolose create dalla sua squadra. Stagione da top, ma ieri da flop.

Manlio Mattaccini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *