Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: continua la crisi degli Heat | Highlights

Nba: Miami sconfitta a domicilio dai Nets, sono 4 KO nelle ultime 5 gare. I Denver Nuggets espugnano il parquet di Orlando, mentre arrivano a quota 18 le sconfitte consecutive di Philadelphia

Nba, i risultati della notte: continua la crisi degli Heat | Highlights
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I Miami Heat sembrano all’improvviso incapaci di vincere, questo è il verdetto della notte Nba. LeBron e compagni subiscono la quarta sconfitta nelle ultime 5 partite, per mano dei Brooklyn Nets. Denver trova finalmente un sorriso esterno sul campo dei Magic, mentre prosegue la striscia record di sconfitte consecutive di Philadelphia, umiliata a domicilio dai Sacramento Kings. Tutte le sintesi e gli Highlights Nba li trovate solo su SportCafe24.

Miami Heats-Brooklyn Nets 95-96

Questa volta a LeBron James non riesce il colpaccio dell’ultimo secondo per superare i Nets, e i Miami Heat sono costretti ad inchinarsi di fronte alla franchigia della Grande Mela. Terzo Ko in altrettante partite stagionali contro Brooklyn per Miami, e quarto nelle ultime 5 uscite. La squadra allenata da Jason Kidd è la migliore formazione dall’inizio dell’anno, collezionando risultati in serie che l’hanno proiettata di prepotenza in zona playoff. Vista la serata di appannamento di King James sono D-Wade e CB1 a tenere in partita gli Heat, in un match speciale dove i giocatori indossano canotte con impressi nickname personalizzati al posto dei cognomi. Per Brooklyn l’uomo decisivo è The Truth, al secolo Paul Pierce, autore di 29 punti. Insieme all’ex capitano di Boston fanno bella figura Teletovic e Livingston, perfetto in marcatura su LeBron. Il Prescelto avrebbe, come detto, anche l’occasione per provare il tiro del sorpasso sulla sirena, ma la rimessa di Bosh indirizzata a lui, in uscita dal time out, viene intercettata dal suo marcatore. Sconfitta che non cambia di molto la classifica di Miami (44-18), già qualificata alla post season e sicura del secondo posto; vittoria preziosa viceversa per i Nets (33-30), che lanciano definitivamente la propria dichiarazione di guerra a Toronto e Chicago per la terza piazza della Eastern Conference.

Miami: Bosh 24, Wade 22, James 19, Chalmers 14. Rimbalzi: Chalmers 9. Assist: James 7.
Brooklyn: Pierce 29, Teletovic 17, Livingston 13, Blatche 11. Rimbalzi: Livingston 7. Assist: Williams 8.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mwgrKs4oj9Y[/youtube]

Orlando Magic-Denver Nuggets 112-120

Serata di grazia per Faried, e i Nuggets interrompono la lunga serie di KO fuori dal Colorado. Jameer Nelson – presente nella Flop Five di SportCafe della settimana scorsa – riscatta le ultime brutte uscite, ma la sua quasi doppia doppia (19 punti e 9 assist) non è abbastanza per consentire ai Magic di superare Denver. Buone le cifre di Afflalo, mentre Oladipo fatica a trovare confidenza con la retina, chiudendo con 5/12 dal campo. Oltre a Faried, i Nuggets ottengono grandi risposte da Hickson, solido sia in fase difensiva che nel pitturato avversario. Sia Denver (28-36) che Orlando (19-47) hanno già da tempo abbandonato le speranze di playoff, ma l’imperativo d’obbligo per i prossimi 2 mesi dovrà essere chiudere con onore.

Orlando: Afflalo 24, Vucevic 20, Nelson 19, Oladipo 15, Harris 11, O’Quinn 10. Rimbalzi: Vucevic 16. Assist: Nelson 9.
Denver: Faried 26, Chandler 21, Hickson 20, Lawson 17, Arthur 14. Rimbalzi: Chandler 10. Assist: Lawson 12.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=rfUxzq43lNI[/youtube]

Philadelphia 76ers-Sacramento Kings 98-115

I Kings (23-42) si aggiudicano il derby dei poveri, la sfida tra due delle peggiori squadre della lega, espugnando il campo dei disastrati 76ers (15-49). Philadelphia raggiunge il poco invidiabile record di 18 sconfitte consecutive, garantendo ai rivali una nottata di gloria. Sacramento banchetta con avidità nella metacampo offensiva, e già dai primi quarti mostra tutta la sua superiorità, grazie anche alla buona vena di Rudy Gay. L’ex Toronto è coadiuvato nel suo processo di demolizione degli avversari dal solito Isaiah Thomas, mentre è buono l’apporto dal pino di Thompson.

Philadelphia: Sims 20, Anderson 17, Young 16, Carter-Williams 13, Wroten 10. Rimbalzi: Sims 10. Assist: tre con 3.
Sacramento: Gay 27, Thomas 20, Cousins 19, McLemore 15, Thompson 14. Rimbalzi: Cousins 12. Assist: Thomas 6.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=nlLi8aDLidQ[/youtube]

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *