Ruggiero Daluiso
No Comments

Bayern Monaco-Arsenal 1-1: Oxlade-Chamberlain l’unico a salvarsi nella disfatta dei Gunners. Le pagelle

I bavaresi dominano il doppio confronto pur non brillando nella partita di ritorno

Bayern Monaco-Arsenal 1-1: Oxlade-Chamberlain l’unico a salvarsi nella disfatta dei Gunners. Le pagelle
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pep Guardiola, tecnico del Bayern

Pep Guardiola, tecnico del Bayern

Il “tiki taken” della squadra di Pep Guardiola annichilisce l’Arsenal che nel doppio confronto non riesce mai a mostrare quel gioco scintillante che a tratti ha incantato e ancora incanta gli amanti del calcio. Ozil, il calciatore più pagato nella storia dei Gunners, esce ridimensionato da questa sfida poichè non incide neanche nel match di ritorno; e si infortunia al bicipite femorale che lo terrà fuori per un mese. Positive le prestazioni di Oxlade-Chamberlain e di Podolski che sembrano gli unici in grado di sfidare il noioso giro-palla dei bavaresi.

LE PAGELLE DEL BAYERN MONACO

Neuer 6: il portierone tedesco risulta essere sempre sicuro nelle prese e sempre presente come libero aggiunto. Sorpreso dalla decisione dell’arbitro nel non fischiare il fallo su Lahm si lascia trafiggere da un siluro di Podolski.

Lahm 6,5: il motorino della squadra, spinge con continuità lungo l’out di destra e assicura costantemente spinta e protezione.

Javi Martinez 6: contribuisce alla costruzione della manovra, ma quando viene attaccato mostra tutte le proprie difficoltà nel ricoprire un ruolo non adatto alle sue caratteristiche.

Dante 6,5: salterà l’andata dei quarti di finale per un’ammonizione subita all’inizio della partita, ma domina comunque le palle aeree e in generale tutto il reparto difensivo.

Alaba 6,5: si propone in continuazione cercando di sfruttare qualche occasione in avanti.

Schweinsteiger 7: baluardo di classe davanti la difesa, dirige l’orchestra bavarese e segna il gol del momentaneo vantaggio.

Thiago Alcantara 6,5: sembra essersi finalmente ambientato fornendo qualità e quantità alla squadra. Batte tutti i calci piazzati, segno di una grande personalità nonchè di grande tecnica.

Robben 6,5: spina nel fianco di Vermaelen che proprio non lo tiene, guadagna il calcio di rigore fallito da Muller.

Gotze 6: il gioiellino tedesco è l’unico a non brillare. (dal 60′ Kroos 6: entra quando la partita sembra mettersi male, e gestisce insieme a Schweinsteiger la qualificazione)

Ribery 6,5: lui invece scappa continuamente a Sagna, fornisce un cioccolatino per il gol del vantaggio. (dall’85’ Muller 5: ha il “demerito” di sbagliare il rigore del possibile 2-1)

Mandzukic 7: fa reparto da solo e lo fa anche splendidamente, a volte lo si vede anche in ripiegamento difensivo.

Arsenal-Bayern Monaco Ozil deluso

Ozil è in crisi

LE PAGELLE DELL’ARSENAL

Fabianski 6,5: trova gloria nel finale parando il rigore a Muller

Sagna 5: si propone pochissime volte in avanti sbagliando inoltre tutti i cross, soffre da matti Ribery.

Mertesacker 6: gestisce come può Mandzukic.

Koscielny 5: decisamente più in difficoltà del compagno di reparto, provoca l’ennesimo rigore a sfavore della stagione.

Vermaelen 5: vedi Sagna.

Arteta 5: surclassato dal centrocampo del Bayern. (dal 77′ Gnabry sv)

Chamberlain 6,5: affronta con spavalderia tutta la difesa bavarese riuscendo ad effettuare delle favolose serpentine. (dall’84’ Flamini sv)

Santi Cazorla 5,5: un paio di giocate interessanti ma niente più.

Ozil 4,5: neanche una giocata degna del talento che ha a disposizione. Esce alla fine del primo tempo per infortunio. (dal 46′ Rosicky 5,5: non riesce nemmeno lui ad accendere la luce per i gunners)

Podolski 6,5: l’ultimo a mollare, tiene in costante apprensione la retroguardia bavarese e segna il gol del pareggio.

Giroud 5,5: viene servito molto poco dai compagni. Per il resto tanto sacrificio.

Arsenal-Bayern Monaco

Arsenal e Bayern Monaco si affrontano in Champions

IL TABELLINO DEL MATCH: 1-1

BAYERN MONACO (4-1-4-1) Neuer; Lahm, Javi Martinez, Dante, Alaba; Schweinsteiger; Robben, Thiago Alcantara, Gotze (dal 60′ Kroos), Ribery (dall’85’ Muller); Mandzukic. A disp: Starke, Boateng, Van Buyten, Rafinha, Pizarro. All: Guardiola.

ARSENAL (4-1-4-1) Fabianski; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Vermaelen; Arteta (dal 77′ Gnabry); Santi Cazorla, Oxlade-Chamberlain (dall’84’ Flamini), Ozil (dal 46′ Rosicky), Podolski; Giroud. A disp: Viviano, Jenkinson, Hayden. All: Wenger

Marcatori: Schweinsteiger 55′ (B), Podolski 57′ (A)

Ammoniti: Javi Martinez, Dante (B); Vermaelen, Arteta, Podolski (A)

Antonio Cafisi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *