Davide Luciani
No Comments

Fiorentina in crisi, Montella deve trovare contromisure

La Fiorentina paga un mercato di gennaio che non sta rendendo e alcune scelte sbagliate di Montella

Fiorentina in crisi, Montella deve trovare contromisure
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Matri, uno dei flop di mercato della Fiorentina

Matri, uno dei flop di mercato della Fiorentina

Dopo la sconfitta contro la Juventus, la Fiorentina di Montella dice addio definitivamente al sogno Champions. I viola, distanti 10 punti dal Napoli, non sembrano avere la forza necessaria per tentare una rimonta sui partenopei.Una vittoria nelle ultime sette gare, un punto nelle ultime quattro. Sono questi i numeri che testimoniano di una crisi strisciante, iniziata con l’infortunio di Rossi e che pare non trovare fine.

MERCATO DI GENNAIO FALLIMENTARE – Tra le cause della frenata viola c’è un mercato di gennaio che, a conti fatti, non ha reso quanto doveva. Matri, arrivato per tappare l’emorragia in attacco, ha segnato solo all’esordio in campionato  (oltre ad un gol in Europa League), non dando il contributo che ci si attendeva in termini di reti, Anderson è fuori forma e fatica ad inserirsi una manovra dove i movimenti vanno memorizzati ed eseguiti alla perfezione, mentre Diakhitè continua a mostrare limiti tecnici enormi, come già mostrato nella Lazio. Non deve dunque meravigliare il calo della squadra che, perso Rossi, con Borja Valero squalificato, Aquilani e Pizarro sotto tono e senza un terzino destro adeguato, fatica a ritrovare gli automatismi della prima parte di stagione.

GLI ERRORI DI MONTELLA  – Va detto, però, che anche Montella ci sta mettendo del suo, con alcune decisioni incomprensibili, prime tra tutte, le esclusioni dalla formazione base di Mati Fernandez e Ilicic, i due viola più in forma. Il cileno e lo sloveno, in questo momento, dovrebbero essere punti fermi di una squadra che fatica terribilmente a costruire gioco come a inizio stagione. Montella, invece, preferisce loro i vari Pizarro, Anderson, Vargas, Joaquìn e, addirittura Wolski e Matos. Con Gomez fuori forma, Rossi infortunato e Matri inesistente, l’attacco viola risulta così nullo, e le vittorie latitano.

STAGIONE A RISCHIO – Con l’obiettivo Champions sfumato, ora i vola devono guardarsi dal ritorno dell’Inter, arrivata ad un punto e intenzionata a far scivolare i viola al quinto posto in classifica . Inoltre, in due settimane, la Fiorentina incontrerà ancora la Juventus  negli ottavi di Europa League. Il rischio di rimanere con la sola finale di Coppa Italia per salvare una stagione, iniziata con ben altri propositi, è reale. Montella ha poco tempo per rimettere in piedi la Fiorentina. Questo è forse il momento più difficile da quando allena i viola. Sta a lui trovare le contromosse per non far affondare la nave.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *