Simone Viscardi
No Comments

Stars and Barns: i Top&Flop della settimana Nba

Nuovo appuntamento con la rubrica che elegge i migliori e i peggiori della settimana Nba. In questa puntata protagonisti gli Houston Rockets

Stars and Barns: i Top&Flop della settimana Nba
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Seconda puntata degli Oscar settimanali di SportCafe24. Come ogni lunedì tiriamo le fila delle gare Nba degli ultimi sette giorni, eleggendo i migliori e – ahiloro! – i peggiori della settimana appena trascorsa.
La settimana scorsa ci eravamo lasciati con Los Angeles Clippers e Joakim Noah sugli scudi, mentre i Denver Nuggets e Ricky Rubio erano stati inesorabilmente bocciati, è il momento quindi di scoprire i loro successori.

TOP&FLOP TEAMS – I playoff della Western Conference rischiano di essere tra i più appassionanti di sempre. Dietro ai soliti noti, vale a dire Spurs e Thunder, stanno rapidamente salendo le gerarchie gli Houston Rockets, protagonisti di una settimana al limite della perfezione. La coppia Harden-Howard sta raggiungendo l’affiatamento migliore, e intorno a loro sta trovando fiducia e punti pesanti gente come Beverley e Jones. Jeremy Lin appare un passo indietro, ma potrebbe rivelarsi un’ulteriore freccia nell’arco di coach McHale, che negli ultimi sette giorni si è tolto anche lo sfizio di superare sia i Miami Heat che gli Indiana Pacers, in una sorta di avviso in caso di scontro nelle Finals. Chi le Finals le guarderà dal salotto di casa sarà Mike D’Antoni, i cui Lakers stanno scrivendo giorno dopo giorno le peggiori pagine della storia della franchigia. Non tragga in inganno il colpo di coda della vittoria di ieri sera su Okc, perchè la partita che entrerà nella storia – ma dal lato sbagliato – sarà il derby di giovedì scorso contro i Clippers, dove gli ormai ex “cugini poveri” si sono imposti per 142 a 94, decretando la sconfitta peggiore nella storia dei gialloviola.

TOP&FLOP PLAYERS – I Rockets fanno la parte degli acchiappatutto in questa puntata. Impossibile non assegnare a James Harden la palma di Mvp della settimana. Questi i suoi numeri: 21 punti agli Heat, 31 ai Magic, 28 ai Pacers e infine 41 contro Portland. Una media di 30,25 punti a partita che ha lanciato alle più alte vette la franchigia texana. L’ex Okc è diventato ormai un uomo squadra, e insieme ad Howard sta dando al team il giusto mix di talento, fisicità ed esperienza. Nella settimana nera degli Indiana Pacers spiccano le pessime prestazioni di Roy Hibbert, timido su entrambi i lati del campo – 4 rimbalzi e 9 punti di media – e dominato nello scontro diretto con Dwight Howard.

TOP FIVE – James Harden è il capitano della squadra dei migliori. Intorno a lui troviamo monsieur Tony Parker, protagonista nella vittoria degli Spurs su Miami; Joakim Noah, già migliore assoluto della scorsa settimana (e in uno stato di forma pazzesco); l’altro Rockets Dwight Howard e LeBron James, i cui Heat sono si in difficoltà, ma che nella sfida con Charlotte ha espresso il suo career high, con 61 punti.

FLOP FIVE – Insieme a Roy Hibbert trovano posto tra i peggiori: Mario Chalmers, coinvolto nelle prestazioni negative degli Heat; David West, sottotono come tutti i Pacers; Wesley Johnson dei Lakers, demolito nel derby degli orrori e Jameer Nelson degli Orlando Magic.

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *