Manlio Mattaccini
No Comments

Napoli, solita altalena d’emozioni

Prima dello Swansea, qualcuno parlava di stagione fallimentare: ora l'entusiasmo è di nuovo a mille e la squadra è in corsa per tutti gli obiettivi

Napoli, solita altalena d’emozioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I più “simpatici” tra gli utenti della rete, non di fede partenopea, hanno additato la vittoria del Napoli come vittoria da scudetto. Per la Juventus. Il cuore del tifo azzurro invece torna a vivere una serata d’altri tempi, come le imprese casalinghe del girone di Champions e prima che il distacco dalla capolista bianconera diventasse, di fatto, siderale. Il gol di Callejon, arrivato nel finale, evita uno 0-0 addirittura stretto alla Roma e rilancia le ambizioni della società di De Laurentiis, romano de Roma, che proprio contro il club capitolino trova quei tre punti preziosi nella volata (ormai sarà cosi) per il secondo posto, che significherebbe Champions sì ma senza preliminari proprio a discapito dei giallorossi.

Callejon, match winner contro la Roma

Callejon, match winner contro la Roma

CALENDARIO INSIDIOSO, MA PUO’ ESSERE UN BENE – Una nuova rinascita per gli uomini di Benitez. Non che il Napoli in casa con le big abbia mai deluso (anzi..), ma la mentalità da big è mancata proprio con chi big non è. I tanti punti persi con le “piccole”, che in campo danno tutto dinanzi al blasone partenopeo, è stato anche quest’anno il vero punto di debolezza di una squadra potenzialmente letale. A meno tre in classifica dalla Roma (con i giallorossi che devono recuperare in casa contro il Parma), è chiaro che il secondo posto, che significherebbe un altro tipo di pianificazione estiva, durante l’anno dei Mondiali, fa assai gola. E a dare una mano potrebbe essere il calendario. Sì, perchè i prossimi sei impegni Benitez e soci se li giocheranno con tutte formazioni in piena lotta per i propri obiettivi. Escludendo il Catania, che è si pericolante ma sempre insidioso in casa, i partenopei inizieranno un ciclo di partite duro, dove gli alibi del tipo carenza di motivazione o tensione allentata praticamente non esisteranno. Torino e Parma sono in piena corsa Europea; i match casalinghi contro Fiorentina, Lazio e il big match contro la Juventus di fine marzo sono appuntamenti per i quali il pubblico del Vesuvio già si lecca i baffi.

Camilo Zuniga, rimarrà a Napoli?

Camilo Zuniga, s’avvicina il suo rientro

RIENTRA ZUNIGA; CISSOKHO, CHE CI FAI IN CURVA? – Altri temi in casa Napoli fanno da corollario alla vittoria sulla Roma. A pochi è sfuggita la presenza di un soggetto misterioso in curva, intento a godersi il calore del San Paolo di presenza. Parliamo di Aly Cissokho, terzino sinistro in forza al Valencia in prestito dal Liverpool. Il terzino francese già in passato stava per approdare in Italia, precisamente al Milan. Poi l’esito negativo delle visite mediche fece saltare il tutto. Ora ha deciso di fare da sè e si autocandida a vestire la maglia azzurra iniziando ad accattivarsi le simpatie dei tifosi. Basterà per vederlo in campo da giocatore?
L’altra notizia positiva di giornata riguarda Zuniga. Il colombiano, fuori da ottobre per guai al ginocchio, è tornato ad allenarsi col gruppo e potrà dare il suo contributo alla causa, in un finale di stagione che si preannuncia quantomai ricco d’impegni.

Manlio Mattaccini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *