Antonio Casu
No Comments

Sinisa Mihajlovic e Christian Tiboni: una questione di… fame

Un allenatore travestito da sergente ed un giocatore un po' distratto: "Gli sfigati del lunedì" si siedono a tavola (forse...)

Sinisa Mihajlovic e Christian Tiboni: una questione di… fame
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

È quasi ora di cena, “Gli sfigati del lunedì” hanno… fame! Protagonisti di oggi Sinisa Mihajlovic, sergente di ferro della Sampdoria, e Christian Tiboni, attaccante un po’ distratto della Pergolettese. Occhio, i disastri sono dietro l’angolo! Ma andiamo con ordine!

Sinisa Mihajlovic

Il sergente Hartman… ah no, è Mihajlovic!

A LETTO SENZA CENA! – Genova, stadio Ferraris, ore 16,45 di ieri: i giocatori della Sampdoria esultano al centro del campo dopo aver sconfitto in rimonta il Livorno. Gioivano per i tre punti? Macché, avevano fame ed erano consapevoli di aver appena conquistato la cena! Il loro allenatore, Sinisa Mihajlovic, novello sergente Hartman, aveva infatti adottato in settimana una tecnica di allenamento un po’ particolare, e gli stomaci dei nostri eroi avevano iniziato a tremare! Il meccanismo è semplice: se non si segna, a letto senza cena! Il serbo, non soddisfatto dal rendimento dei giocatori, aveva infatti minacciato di tenerli in campo finché qualcuno non avrebbe segnato. In allenamento il salvatore della patria era stato Okaka, ma di fronte al Livorno la situazione era diventata più difficile. Un primo tempo disastroso, finito 0-2 per gli ospiti, ed un solo pensiero nella testa dei blucerchiati: se non si rimonta, non si mangerà fino a Pasqua! Trascinati dall’idea dell’astinenza indigesta, hanno messo a segno quattro reti in 45 minuti, un gol per ogni portata!

MANCAVA SOLO IL CAFFÈ… – Ha aperto le danze Krsticic, che ha portato in dote orgogliosamente un antipasto salva-fame. Il primo l’ha invece offerto Ceccherini, impietosito dagli sguardi affamati degli avversari, con una bella autorete, mentre a secondo e dessert ci hanno pensato Okaka (vista la stazza c’è da crederci) e Gabbiadini (non mangiava da tempo, ecco spiegate le occhiaie!). Il pasto è servito, la cena è salva e i sampdoriani si sono regalati un’abbuffata con i fiocchi! Occhio a non esagerare però, domani si torna in campo!

… e l’ammazzacaffè? 

Il playboy Tiboni

Il playboy Tiboni

UNA QUESTIONE DI… FAME – Da una squadra senza cena ad un altro affamato, ma stavolta non si parla di cibo. Il personaggio in questione è Christian Tiboni, attaccante 25enne della Pergolettese con trascorsi in Serie A. Il calciatore è incappato in un’esperienza da vero bomber (se se!). Secondo quanto riportato da Gazzetta.it, Tiboni avrebbe incontrato mercoledì in un locale di Milano un’avvenente ragazza senegalese di 28 anni. Una cosa tira l’altra, l’istinto dell’attaccante si fa sentire e riesce ad “approfondire” ulteriormente la conoscenza. Passa la notte con la bella africana, ma all’alba arriva l’amara scoperta: lei stava semplicemente lavorando, è una escort! Tiboni, ignaro, pensava che fosse stata passione a prima vista, ed invece lei ha preteso una retribuzione per la prestazione! La punta si è rifiutata di pagare, e lei, per vendicarsi, ha dato in escandescenze, innescato una lite e danneggiato l’appartamento. Come è andata a finire? La giovane si è scoperto poi che era fuggita dagli arresti domiciliari, ai quali era stata condannata per rapina impropria, mentre il povero Tiboni ieri è stato mandato in tribuna dalla sua squadra, in attesa di provvedimenti! Ahi, ahi, le donne, le donne! 

La fame gioca brutti scherzi…

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *