Redazione

Italia, gli azzurri in visita al lager di Auschwitz

Italia, gli azzurri in visita al lager di Auschwitz
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

AUSCHWITZ, 6 GIUGNO – A pochi giorni dal debutto nel campionato Europeo gli uomini di Cesare Prandelli hanno approfittato della circostanza per andare a visitare il campo di concentramento di Auschwitz dove, durante la Seconda Guerra Mondiale, parecchie persone persero la vita in seguito ai crimini nazisti. Gli azzurri sono stati accolti dal direttore del museo del lagher ed hanno ascoltato con commozione i racconti di alcuni dei sopravvissuti durante i quali molti dei giocatori non sono riusciti a trattenere le lacrime. In seguito la delegazione italiana, guidata dal Presidente federale Giancarlo Abete, ha deposto una corona di fiori – bianco, rossa e verde – ai piedi del muro delle fucilazioni presso il quale la squadra e i dirigenti della Federazione hanno sostato per alcuni minuti. Ciascun giocatore ha poi lasciato un lumino in memoria di tutte le persone che persero la vita nel campo di concentramento.

LA COMMOZIONE DEGLI AZZURRI – Al termine della visita molta commozione nella parole degli uomini di Prandelli. Giorgio Chiellini ha dichiarato: “Per noi è stata un’esperienza molto toccante, è stato importante venire qui per ricordare e testimoniare, nella consapevolezza che tutto quello che è accaduto non si deve mai piu’ ripetere” Morgan De Sanctis ha fatto eco al compagno: “Bisogna combattere ogni discriminazione razziale di qualsiasi tipo”. Dopo aver lasciato Auschwitz gli azzurri si sono recati anche nell’ex campo di sterminio di Birkenau dove durante la Seconda Guerra Mondiale furono uccise circa 1 milione di persone.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *