Dario Greco
No Comments

Serie B, top e flop: Jonathas l’ex che non perdona

I top e i flop della 28ma giornata di Serie B

Serie B, top e flop: Jonathas l’ex che non perdona
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In attesa dello scontro testa-coda di questa sera tra Juve Stabia e Palermo, il ventottesimo turno ha regalato emozioni e, soprattutto, sorprese. A cominciare dall’anticipo, dove l’Avellino ha espugnato Empoli che si vede piombare alle sue spalle il super Latina di Jonathas. Nei piani alti cadono anche Cesena e Trapani, affondate dal risveglio di Pescara e Siena. Vittorie interne per Crotone, Ternana, Bari e Novara, mentre in fondo colpo di coda della Reggina che passa a Carpi trascinata dal sempreverde Di Michele.

TOP

JONATHAS (LATINA): Il brasiliano rappresenta la favola Latina, che da neopromossa si ritrova al terzo posto in classifica. Le sue undici reti stanno facendo volare i nerazzurri guidati da Breda e il bomber ha festeggiato i 25 anni, compiuti qualche giorno fa, con un sinistro all’incrocio dei pali dopo soli quattro minuti. Vittima sacrificale, questa volta, il Brescia che nel gennaio del 2011 lo prelevò dall’Az Alkmaar e lo portò in Italia; lui non ha dimenticato i suoi vecchi tifosi e, giustamente, non ha esultato.

COSMI (PESCARA): “Sor Serse” non si smentisce mai. E dopo aver acchiappato per i capelli un pareggio ad Avellino, “L’uomo del fiume” (come il titolo del suo libro) regala ai suoi nuovi tifosi una vittoria speciale che all’Adriatico mancava dal 20 dicembre scorso. Ovunque è andato si è sempre fatto apprezzare ed ora tenta la scalata verso i playoff, che non sono poi così tanto lontani.

PULZETTI (SIENA): Nel 2007 esordì in Serie A con la maglia del Livorno e dopo qualche mese gelò “San Siro” con un gran gol che inchiodò il Milan sul pari; di tempo ne è passato da allora e dopo varie esperienze, non proprio felici, il romagnolo si è fermato in Toscana e quando viene chiamato in causa si fa sempre trovare pronto, come ieri pomeriggio a Trapani, dove entra al 55’ e cambia l’inerzia del match con due prodezze che fanno rimanere la squadra di Beretta sulla scia del treno playoff.

FLOP

SPRECO MODENA – In soli due minuti gettata alle ortiche una partita praticamente in pugno. Così possiamo sintetizzare quel che è successo a Padova, con i canarini in vantaggio di due reti e rimontati da una squadra che una settimana fa si è sfilata la propria maglia perché, secondo i propri sostenitori, non era all’altezza di indossarla; siamo contenti per i ragazzi di Serena, però la compagine di mister Novellino sciupa l’ennesima occasione di guadagnare posizione importanti in classifica, nonostante le grandi potenzialità a disposizione.

CORALLI (CITTADELLA) – La formazione di Foscarini non vede i tre punti da parecchio tempo, perde anche a Crotone nonostante l’uomo in più per quasi un’ora e vede la sua situazione complicarsi maggiormente nei bassifondi della graduatoria . Il nervosismo è comprensibile, ma è davvero eccessiva la rabbia dell’attaccante Coralli, a stento tenuto a freno dai propri compagni, nei confronti del guardalinee, il quale gli ha annullato una rete a tempo scaduto e sul risultato di 2-0  per i padroni di casa.

DELUSIONE CARPI – Doveva essere la giornata dei biancorossi quella di ieri, ma la sfida apparentemente agevole contro la Reggina si è rivelata un vero e proprio “flop”. Una delle rivelazioni del torneo, molto attiva sul mercato di gennaio, poteva inserirsi nelle zone nobili della classifica, ma al “Cabassi” crolla sotto i colpi dei calabresi, forse, più motivati.

Dario Greco

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *