Davide Luciani
No Comments

Juventus, Conte va a caccia di record e dell’Europa

La Juventus di Conte ha quasi lo scudetto in pugno e ora vuole superare la soglia dei 100 punti e vincere l'Europa League

Juventus, Conte va a caccia di record e dell’Europa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Llorente e Tevez, la miglior coppia gol della serie A

Llorente e Tevez, la miglior coppia gol della Serie A

Con la vittoria sulla Fiorentina, e la contemporanea sconfitta della Roma a Napoli, la Juventus di Conte ha messo più di mezzo scudetto sulla maglia. Quest’anno i bianconeri viaggiano a ritmo di record e nessuno pare poterli fermare.

NUMERI DA RECORD – I numeri degli uomini di Conte in questa stagione sono impressionanti: 72 punti su 81 disponibili, 14 vittorie di fila in casa (eguagliato il record del Torino 1975/76), +44 di differenza reti, 13 punti in più rispetto a quelli dello scorso anno. Inoltre, i bianconeri vanno in gol da 40 gare consecutive (record assoluto). L’obiettivo, a questo punto, diventa la fatidica quota 100. Con 33 punti ancora a disposizione, i bianconeri potrebbero anche sfondare quel muro, arrivando alla cifra di 105 punti.  Conte e i suoi si sono sempre migliorati con il passare degli anni e questo la dice lunga sulla grinta e la fame di successi che il tecnico ha saputo trasmettere ai suoi.

I TRE TENORI – Gran parte del merito di questi successi va al trio delle meraviglie Vidal-Llorente-Tevez che, con 37 gol, ha siglato più della meta delle reti della squadra bianconera. Se Vidal, però, non può essere una sorpresa, visto quello che aveva fatto negli altri due anni, stupisce il rendimento della nuova coppia gol bianconera Tevez-Llorente, 26 gol in due (la migliore della serie A). Se si pensa che i due sono costati complessivamente 9.5 milioni (il costo del cartellino dell’ “Apache”, dato che il “Re Leone” è arrivato a parametro zero) si può comprendere anche il gran lavoro compiuto da Marotta e Paratici.

MARCHISIO, NUOVA VITA – In questa stagione, poi, c’è stato tempo anche per una nuova collocazione tattica. Complice l’esplosione di Pogba, Conte ha infatti deciso di provare Marchisio nel ruolo di vice Pirlo, dato che, quello del vice regista, è l’unico ruolo scoperto nella rosa bianconera. Ebbene, i risultati sono stati incoraggianti, tanto che Conte ha dichiarato che il futuro di Marchisio, sarà proprio in quel ruolo. Il tecnico, lo scorso anno, aveva provato spesso Pogba in quel ruolo, ma, data la forte attitudine offensiva del francese, si rischiava di snaturarne le caratteristiche, confinandolo in quella posizione. Così è nata l”dea di provare il “Principino” e i risultati, per bocca dello stesso numero 8 bianconero, sono stati incoraggianti. Dopo u periodo difficile, Marchisio è tornato protagonista e ora si gode la sua nuova vita.

OBIETTIVO DOUBLE – Con lo scudetto in pugno la Juventus ora si concentra sull’Europa League dove sarà ancora la Fiorentina l’avversario da battere. I bianconeri vogliono riportare un trofeo europeo a Torino, che manca dal 1996, quando i bianconeri vinsero a Tokyo la Coppa Intercontinentale contro il River Plate. Un successo europeo, anche se nella coppa minore, aiuterebbe ad aumentare l’autostima dei bianconeri in vista della prossima Champions, vero obiettivo di Conte. Il tecnico sa che solo imponendosi in Europa la sua squadra potrà entrare nella storia. La finale in casa, poi, è uno stimolo in più. Questa Juventus ha fatto grandi cose in Italia, ma in Europa non è riuscita ancora ad esprimersi. Per questo ora l’obiettivo è vincere l’Europa League e, per farlo, occorrerà battere nuovamente la Fiorentina.

Davide Luciani 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *