Daniel Degli Esposti
No Comments

Uwe Rösler e il Wigan dei Miracoli: il City si inchina ancora

L'allenatore tedesco ha guidato i Latics all'ennesima impresa contro il Manchester City: chissà se i tifosi degli Sky Blues lo vorranno ancora nella loro Hall of Fame...

Uwe Rösler e il Wigan dei Miracoli: il City si inchina ancora
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Poco meno di un anno dopo la finale di Wembley, il Wigan elimina il City dalla FA Cup. Mister Uwe Rösler ha dato un dispiacere al suo vecchio pubblico.

Ci sono pomeriggi in cui il calcio non ne vuole sapere di smentire i suoi luoghi comuni. Quello del 9 marzo ha confermato uno degli adagi più abusati d’Oltremanica: la magia dell’FA Cup non smette mai di stupire. Protagonisti? I soliti: il grande Manchester City degli sceicchi e la Cenerentola Wigan, guidata da un condottiero d’eccezione, mister Uwe Rösler. Risultato? Un thriller avvincente ed emozionante, un 1-2 inatteso e insospettabile. Insomma, da Pellegrini a Mancini, il Wigan non perde gli spini…

POMERIGGIO DI GLORIA. Il match dell’Etihad ha manifestato fin da subito la bontà del lavoro di Rösler: mentre i primi assalti del Manchester City non hanno prodotto alcun risultato, la lucidità di Jordi Gomez ha generato e trasformato un calcio di rigore che ha spostato l’inerzia della gara dalla parte del Wigan. All’inizio del secondo tempo, i Latics hanno bucato per la seconda volta Pantillimon e hanno posto le basi del secondo upset più clamoroso della loro storia. Il gol di David Silva non ha evitato ai Citizens la nuova beffa: dopo la clamorosa sorpresa della finale dell’anno passato, la bestia nera Wigan ha fatto calare il gelo sull’Etihad e ha fatto gioire un ex Sky Blue, Uwe Rösler.

Uwe Rösler ai tempi del Manchester City.

Uwe Rösler ai tempi del Manchester City.

LA FESTA DEL TEDESCO DELL’EST. Dopo il trionfo di Roberto Martinez, la nuova impresa dei Latics ha un altro simbolo, Uwe Rösler: il neo-tecnico del Wigan ha invertito l’inerzia di una stagione difficile e ha rilanciato la squadra della periferia di Manchester sia in Championship, sia in FA Cup. L’atmosfera della Coppa d’Inghilterra ha ringalluzzito Gomez e compagni e ha dato modo a Rösler di tornare a far visita al suo vecchio pubblico: fra il 1994 e il 1998, il suo fisico imponente aveva indossato la maglia Sky Blue e si era mosso fra l’attacco e la panchina dei Citizens. Nel 2009, il club aveva addirittura inserito Rösler nella sua Hall of Fame e aveva “pulito” i ricordi dei suoi ultimi due anni, che erano coincisi col triste declino della squadra. Cinque anni dopo, il buon vecchio Uwe ha scritto un’altra pagina della storia sportiva della città di Manchester; c’è da scommettere che le sue righe faranno molto più felici i derelitti tifosi dello United e quegli uomini che, un tempo, non gli risparmiavano i loro fischi. Che strano, questo calcio!

Daniel Degli Esposti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *