Debora Anzaldi
No Comments

Sorrentino: rientro da star all’aeroporto di Fiumicino

Il regista rientra a Roma dopo l'acclamata vittoria agli Oscar 2014

Sorrentino: rientro da star all’aeroporto di Fiumicino
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il regista rientra a Roma dopo l’acclamata vittoria agli Oscar 2014.

Paolo Sorrentino

Paolo Sorrentino

 L’ARRIVO – Paolo Sorrentino dopo la vittoria agli Academy Awards con “La Grande Bellezza” rientra in Italia accompagnato dalla moglie Daniela e dai figli Anna e Carlo, e viene accolto come una star con uno stuolo di fotografi ad aspettarlo. «Ciao ragazzi e grazie, mi avete fatto sentire come Belen» e così che scherzosamente il regista si rivolge a tutti coloro che l’attendavano all’aeroporto di Fiumicino. Assediato dai fotografi che lo attendevano per poterlo immortalare con l’Oscar in mano, Sorrentino ha detto loro che la sua statuetta era incellofanata e si trovava in mezzo ai bagagli e che avrebbero dovuto aggiungerlo alle foto scattate tramite fotomontaggio.

LE VITTORIE – Per Sorrentino non vi è solo la vittoria come Miglior film Straniero agli Oscar 2014, La Grande Bellezza è riuscita a tenere attaccati allo schermo ben 9 milioni di italiani che martedì scorso hanno avuto l’occasione di vedere il film in televisione. Ma le buone notizie non terminano qui per il regista napoletano, perché il film uscirà nuovamente nelle sale italiane e inoltre Roma gli conferirà la cittadinanza onoraria. Sorrentino non può che essere contento dell’entusiasmo e degli apprezzamenti ricevuti, commentando così tutte queste novità: “Sono molto felice.[…] Tutte le attestazioni, e sono così tante, ricevute in questi giorni mi hanno fatto piacere, non ce n’è una in particolare che spicca sulle altre”.

Ricordiamo che l’oscar per “La Grande Bellezza” non è l’unico premio che gli è stato assegnato, ma ha vinto anche il Golden Globe, il BAFTA, inoltre ha vinto ben quattro European Film Awards e quattro Nastri d’argento. Il film riporta così all’attenzione del mondo il cinema italiano, che dopo la vincita dell’Oscar di quindi anni fa di Benigni con “La vita è bella”, non se ne era più parlato e adesso, come spera lo stesso Sorrentino, ci si augura che sia di buon auspicio per tutto il cinema italiano.

Debora Anzaldi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *