Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: Indiana ai playoff, ma perde ancora

Nba: I Pacers sono già qualificati matematicamente alla postseason, ma cadono nuovamente sul campo dei Bobcats. Vittoria esterna per i Warriors a Boston

Nba, i risultati della notte: Indiana ai playoff, ma perde ancora
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Notte ricca di partite in Nba, ma poche le big in campo. Una di queste é Indiana, che ha già ottenuto la matematica certezza di disputare i playoff. Una distrazione evidentemente per i Pacers, i quali perdono la seconda partita consecutiva sul parquet degli Charlotte Bobcats. Ennesima vittoria in trasferta per Golden State, che espugna il Td Garden di Boston. Tutte le sintesi delle gare Nba le trovate solo su SportCafe24.

Charlotte Bobcats-Indiana Pacers 109-87

I Bobcats fermano la loro striscia negativa superando i leader della Eastern Conference. Al Jefferson sfodera una delle sue migliori prestazioni, condannando i Pacers al secondo stop in pochi giorni. La partita vola verso i Bobcats già nel primo quarto (28-8), grazie alle cifre da Superstar di Jefferson (6/6 dal campo) e alla incapacità della squadra di coach Vogel di trovare il fondo della retina. Nella seconda frazione Turner e Stephenson provano a ricucire lo strappo coltivando sogni di rimonta. Solo un’illusione però, dato che il terrificante 28% dal campo nel terzo quarto fa scappare nuovamente i Bobcats, poi bravi a gestire il vantaggio negli ultimi minuti. Vittoria utile a Charlotte (28-33) per continuare a coltivare sogni playoff, mentre come già detto Indiana è già qualificata alla post season (46-15).

Charlotte: Jefferson 34, Walker 19, McRoberts e Douglas-Roberts 12. Rimbalzi: Jefferson 8. Assist: Walker 9.
Indiana: Turner 22, Hill 17, Stephenson 12. Rimbalzi: Stephenson 8. Assist: Turner 5.

Boston Celtics-Golden State Warriors 88-108

Gli Warriors continuano a mietere vittime importanti nel loro viaggio a est. Ieri il successo sui Pacers, oggi la vittoria su Boston, nobile al momento decaduta, ma sempre di grande lignaggio e tradizione. Golden State si impone di autorità, grazie alla precisione di Thompson, Lee e Curry e all’apporto dal pino di O’Neal. A Boston non basta la serata positiva di Olynyk, con un Rondo in chiaroscuro (7 assist e altrettante palle perse) e un desolante 1/12 dal campo di Humpries e Sullinger. I Warriors tornano dal loro tour sulla costa atlantica con un ottimo 38-24 e dei playoff quasi ipotecati, mentre per Boston (20-41) l’anno è già da dimenticare da un pezzo.

Boston: Olynyk 19, Rondo 14, Sullinger e Bass 11. Rimbalzi: Bass 8. Assist: Rondo 7.
Golden State: Thompson 18, Lee 18 (9/17 da due), Crawford 15, Curry 14. Rimbalzi: Lee 10. Blake 6.

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *