Davide Luciani
No Comments

Calciomercato Juventus, Marotta a Madrid per disegnare la Juve del futuro

Marotta punta Di Maria e Coentrao, ovvero gli esterni che porterebbero a Conte di cambiare volto alla Juventus

Calciomercato Juventus, Marotta a Madrid per disegnare la Juve del futuro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte, il rinnovo del suo contratto è tra le priorità

Antonio Conte, il rinnovo del suo contratto è tra le priorità

La Juventus inizia a programmare il futuro. In attesa della triplice sfida con la Fiorentina tra campionato ed Europa League, che delineerà il proseguo di stagione della squadra di Conte, Marotta è stato ieri a Madrid, non solo per la partita tra Spagna e Italia, ma per parlare con il Real Madrid di mercato.

BLANCOS SU VIDAL E POGBA – Non è un mistero che Ancelotti straveda sia per Vidal che per Pogba. I due giocatori bianconeri andrebbero a coprire una lacuna evidente nel Real Madrid di oggi e cioè la mancanza di interni di alto livello. Dopo vari tentativi tattici, infatti, Ancelotti pare aver trovato la quadratura del cerchio con il 4-3-3, modulo in grado di esaltare la velocità di Bale, la tecnica di Ronaldo e di far rendere al massimo Benzema. Nel 4-3-3 attuale, però, mancano appunto gli interni per rendere questo modulo efficace, sopratutto in fase di copertura. Ancelotti in questo momento, sta utilizzando Modric (un regista) e Di Maria (un’ala) ai lati di Xabi Alonso. Il croato e l’argentino aumentano le opzioni offensive dei blancos, ma, fatalmente, scoprono troppo la squadra quando il REal non ha la palla. Per questo Vidal e Pogba sono diventati obiettivi importanti del Real. La Juventus, ovviamente, non li farà partire entrambi, ma potrebbe decidere di sacrificarne uno per arrivare a obiettivi giudicati fondamentali da Conte per tentare la scalata all’Europa che conta (leggasi Champions League).

CACCIA ALLE ALI – Conte il prossimo anno vorrebbe ali di alto livello che gli permettessero di cambiare modulo, passando dal 3-5-2 al 4-3-3 o al 4-2-3-1. Ecco perchè con il Real Madrid si è parlato di Di Maria e Coentrao. Il terzino sinistro portoghese, pagato 30 milioni di euro due anni fa, al Real Madrid fatica a trovare spazio e vorrebbe cambiare aria. Per le sue caratteristiche di corsa e spinta, sarebbe l’ideale interprete per la nuova idea tattica di Conte, ma potrebbe anche ricoprire il ruolo di interno alto nel 3-5-2 entrando in concorrenza con Asamoah. Di Maria, invece, sarebbe l’ala in grado di saltare l’uomo che Conte insegue da un anno. L’argentino sembra l’uomo ideale per creare la superiorità numerica in fase di possesso ed è bravo sia nel finalizzare l’azione, sia nel servire assist invitanti per i compagni. Per questi motivi non è fantacalcio ipotizzare che Juventus e Real Madrid mettano in piedi una trattativa con Pogba (Conte, preferirebbe cedere il francese invece del cileno, ndr) e Coentrao-Di Maria dall’altro.

ATTACCANTI? NO GRAZIE – Difficilie, invece, che la Juventus in estate acquisti un attaccante di valore assoluto. Il momento no del Manchester United e i malumori di Van Persie hanno fatto tornare in piedi i rumors che vorrebbero la Juventus di nuovo sull’olandese. La Juventus, però, potrebbe gettarsi nella mischia solo se arrivasse a cedere Llorente. L’impressione è, infatti, che il prestito di Osvaldo, diventerà acquisto a titolo definitivo a giugno. Dando per scontate le cessioni di Vucinic e Quagliarella è più probabile che la Juventus richiami alla base un giovane in giro per l’Italia (Gabbiadini?) piuttosto che cercare di ingaggiare un attaccante come Van Persie che ha 31 anni, ha un valore di mercato di 23 milioni circa e guadagna 7.800 mila euro netti all’anno. Diverso il discorso per Morata. Lo spagnolo è giovane e di prospettiva, ma, anche in questo caso il suo cartellino oscilla tra i 15 e i 20 milioni, troppi per un giocatore che, comunque, non sarebbe titolare.

RINNOVO CONTE – Le strategie di mercato bianconero vanno di pari passo con le indicazioni di Conte perchè la Juventus punta ancora su di lui non solo per la prossima stagione. Il contratto di Conte scade nel 2015, ma, come ha detto lo stesso Marotta, a fine stagione sarà prolungato, probabilmente per altri tre anni. Conte è stato il principale artefice della rinascita bianconera e una Juventus senza di lui, al momento, è impensabile. Per questo, il suo rinnovo è fondamentale per le strategie future. La Juventus che si avvia a vincere il terzo scudetto sa che ormai l’Italia non basta più. Occorre guardare oltre i confini italiani e per questo bisogna alzare il tasso tecnico della squadra. Per questo, il prossimo anno, è lecito aspettarsi un ulteriore salto di qualità da parte dei bianconeri a livello di rosa.

Davide Luciani  

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *