Connect with us

Buzz

Italians play it better: Diamanti e l’ Ital-Parma

Pubblicato

|

Alessandro Diamanti, firenze
Antonio Mirante, portiere del Parma

Antonio Mirante, portiere del Parma

Dicono che il calcio italiano sia finito. Dicono che siamo alla frutta, che non puntiamo sui giovani e che la nostra scuola è ormai superata da Paesi all’avanguardia come Spagna ed Inghilterra. Dicono, dicono, dicono. Forse, però, non sanno che i nostri continuano a dire la propria in giro per il mondo. Ecco, infatti,  i migliori giocatori italiani dello scorso weekend.

Antonio Mirante (Parma): Qualche anno fa, Buffon lo elencò tra i suoi possibili eredi. A 30 anni, nel pieno della propria maturità calcistica, Mirante sa bene che la sua carriera ha preso un altro verso. Ma sa anche (E se ne sono accorti tutti) che è ormai da anni uno dei migliori portieri del nostro campionato. Semplicemente una saracinesca nella gara col Sassuolo.

Gabriel Paletta (Parma): Il miracolo Parma passa anche per la colonia italiana a disposizione di Donadoni. Vedi Mirante, aggiungi Parolo (menzione d’onore per il gol decisivo contro i neroverdi di Malesani), e poi ecco Paletta. La convocazione di Prandelli ci da finalmente il diritto di inserirlo nella rubrica dedicata agli “Italians”. Campionato sublime.

Stefano Sturaro (Genoa): Ha dovuto attendere sei partite, che per un esterno vecchio stampo non sono nemmeno tante. Il gol, comunque, è arrivato. Un gol pesantissimo, che manda ko il Catania. Classe 1993, Gasperini gli da fiducia (in Serie B al Modena solo 8 presenze) e lui ripaga così. Futuro da big?

Alessandro Diamanti (Guangzhou): A tratti è sembrato di assistere a una partita tra bambini, in un quartiere di periferia. Ciò, però, non può e non deve macchiare l’esordio cinese di Diamanti: subito doppietta (complicità imbarazzante del portiere avversario), coi tifosi del Guangzhou in delirio. L’ impressione è che il buon Alessandro possa fare il Van Basten…

Manolo Gabbiadini (Sampdoria): Sinistro magico, punizione perfetta. Gioco, partita, incontro. La rete (da fermo) che regala 3 punti d’oro alla Samp, in trasferta col Toro, è da manuale del calcio. Manolo Gabbiadini si conferma un grandissimo prospetto. La Juve gongola…

Fabio Borini (Sunderland): L’illusionista. Da il vantaggio ai suoi nella Finale di Capital One Cup, con un gol bellissimo. Fuga sul filo del fuorigioco, resiste a Kompany e insacca di esterno piede. Il Sunderland, poi, si sfalda sotto i colpi di Tourè e Nasri. Gol e prestazione, però, restano.

Graziano Pellè (Feyenoord): 47 gol in 53 partite. 20 in 24 solo in questa stagione. Pellè continua ad incantare nella terra dei tulipani. Nel big match contro l’Ajax fa 1-0 con una splendida torsione aerea: è il ventesimo gol stagionale, appunto. Peccato che poi la capolista rimonti e vinca 2-1.

[youtube]http://youtu.be/X0yjrPAaEu4[/youtube]

Antonio Fioretto (@FiorettAntonio)

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending