Dario Greco
No Comments

Pagelle di Livorno-Napoli 1-1: Emerson e Mertens i migliori in campo

Buona prestazione della squadra di Di Carlo, nei partenopei troppa gente sottotono

Pagelle di Livorno-Napoli 1-1: Emerson e Mertens i migliori in campo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Napoli non va oltre l’1-1 contro il Livorno. Ecco le pagelle di SportCafe24:

Mimmo Di Carlo, allenatore del Livorno

Mimmo Di Carlo, allenatore del Livorno

LIVORNO

BARDI 6 – Il giovane numero uno amaranto non deve compiere interventi importanti, ma trasmette comunque sicurezza all’intero reparto.

CECCHERINI 5,5 – L’ingenuità nel commettere il fallo da rigore su Pandev gli costa la sufficienza. Per il resto, gara ordinata e riesce a contenere lo sterile attacco napoletano.

EMERSON 6,5 – Non è da tutti avere un centrale difensivo con i piedi buoni; è il regista della squadra, in quanto da lui parte l’azione dei labronici. In copertura è impeccabile ed è l’unico ad affrontare l’imprendibile Mertens senza patemi.

CODA 6 – Gara attenta sul centro-sinistra, dove domina sui palloni alti e chiude bene la zona di competenza anche grazie alla collaborazione di Mesbah più avanti.

MBAYE 5,5 – Croce e delizia l’altro giocatore di proprietà dell’Inter. Dietro è sciagurato, rischiando l’autorete con la sfera che va a stamparsi sulla traversa e poi sul rinvio sbilenco che costringe un compagno a regalare il rigore agli ospiti; si riscatta risultando, invece, decisivo sul gol del pareggio.

BENASSI 6 – Altro giovane da tenere d’occhio; il classe ’94 non si scompone davanti ai centrocampisti azzurri, mettendo in mostra le sue qualità; freschezza e rapidità al servizio dei compagni e davvero bravo nel movimento senza palla.

BIAGIANTI 6 – Il frangiflutti di Di Carlo si piazza davanti alla difesa e ha il compito di spezzare la manovra avversaria, facendolo in maniera egregia. Appena recupera il pallone, lo cede ai compagni per far ripartire subito l’azione.

GRECO 6,5 – Grande prestazione dell’ex Roma, il quale fa entrambe le fasi con autorevolezza, tentando anche la botta da fuori. Prezioso. (dall’82’ DUNCAN s.v.)

MESBAH 6,5 – Positiva anche la prova dell’algerino a sinistra che è protagonista con l’assist che porta all’1-1;

BELFODIL 5– Preferito ad Emeghara, non fa nulla per dimostrare di che pasta è fatto. Non tira mai in porta e perde un’occasione importante per mettersi in mostra. (dal 76’ EMEGHARA s.v.)

PAULINHO 6 – Lui almeno ci mette l’anima. Partita di grande sacrificio, andando a pressare per tutti i novanta minuti; cerca di tenere il pallone in avanti, per far salire la squadra, ma è poco aiutato soprattutto dal compagno di reparto. (dal 90’ CASTELLINI s.v.)

ALL. DI CARLO 6,5 – Un buon punto per un bel Livorno. Imposta una formazione che non dà respiro agli avversari e nonostante l’ingenuo svantaggio, riesce subito a raddrizzare l’incontro. Terz’ultima posizione in classifica, a pari merito con il Chievo e Bologna ad un solo punto; la salvezza non è un’utopia, ma deve continuare così.

NAPOLI

REINA 6 – Chiude la porta a Paulinho, poi è solo sfortunato sul gol subìto.

MAGGIO 5 – Mesbah non è Roberto Carlos, ma lo asfalta sulla fascia. Non riesce mai a farsi vedere oltre la metà campo, si fa ammonire e gioca l’ennesima gara deludente della stagione. Prandelli lo convoca ancora, forse non c’è niente di meglio in giro.

FERNANDEZ 6 – Dalle sue parti non si passa, con l’argentino che è migliorato tantissimo e riesce a tenere la baracca, praticamente, da solo.

BRITOS 5,5 – Utilizzato poco nell’ultimo periodo, ma c’è da dire che Britos trasmette più sicurezza. Poco deciso, si fa spesso saltare dagli attaccanti avversari.

GHOULAM 5,5 – Un passo indietro del terzino voluto da Benitez; dietro convince e gioca con disinvoltura, ma non spinge come al suo solito.

INLER 5 – Soffre la vivacità e il brio del centrocampo livornese, anche se da uno lui ci aspetta sicuramente di più. Troppo discontinuo in questa stagione, alterna prestazioni importanti ad alcune anonime, come quella di ieri.

JORGINHO 6 – L’ex Verona gioca a testa alta, fa viaggiare il pallone e sbaglia pochissimo. Il problema che gli sta attorno, non gli dà una mano.

CALLEJON 5 – In fase calante nelle ultime apparizioni e quella di ieri sera è stata davvero incolore. Il turn-over classico di Benitez avrebbe dovuto tenere lo spagnolo in forma per tutta la stagione, ma sembra nettamente a corto di fiato e poco lucido.

HAMSIK 5,5 – Ancora lontano dagli standard a cui eravamo abituati. Lo slovacco, comunque, ci prova in tutti i modi ed è in crescità. Forse, gli serve un gol per ritornare “Marechiaro” (dall’82’ ZAPATA s.v.)

MERTENS 7 – Di un altro livello rispetto a tutti gli altri. Le sue accelerate, i suoi dribbling, la sua intelligenza tattica sorprendono perché è l’unico degli azzurri a brillare con continuità, in ogni partita. Trasforma il rigore con freddezza ed è lui a trascinare il Napoli. Ma non basta.

PANDEV 5,5 – Sostituire Higuain non è facile, ma lui parte bene e si procura il rigore del vantaggio. Poi fa davvero poco, ma c’è da dire che è stato poco assistito. (Dal 70’ INSIGNE 5 – Doveva dare una sterzata all’incontro, ma in venti minuti non l’ha visto nessuno).

ALL. BENITEZ 5 – Ancora una chance sprecata per guadagnare terreno sulla Roma. Forse sarà stata la stanchezza post Europa League, ma senza Higuain là davanti questo Napoli fa davvero fatica. Il Livorno mette sotto la sua squadra sotto tutti i punti di vista e se non vinci, non prendi i tre punti e l’obiettivo secondo posto diventa sempre più una chimera.

Dario Greco   

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *