Connect with us

Focus

Fiorentina senza benzina, Montella ai piedi di Gomez

Pubblicato

|

Vincenzo Montella, ha difeso Neto e ora se lo godeVincenzo Montella, la sua Fiorentina è in crisi

Vincenzo Montella, la sua Fiorentina è in crisi

La Fiorentina è in caduta libera. Nonostante i numerosi stop subiti dal Napoli, i viola non riescono ad agganciare il terzo posto e questo la dice lunga sul momento no della squadra viola. A questo punto converrebbe più iniziare a guardarsi dietro che pensare in grande.

NO ROSSI, NO PARTY – La crisi viola è iniziata con l’infortunio di Rossi. Con lui in campo la Fiorentina aveva conquistato 36 punti in 18 gare, senza di lui, i punti sono diventati 9 in 8 match. La disparità è evidente. Senza Rossi la squadra ha perso sicurezza e incisività sotto porta. Le due sconfitte consecutive in casa, contro Inter e Lazio, la dicono lunga sul momento no della squadra. Rossi non era solo il terminale della squadra, ma soprattutto, colui che suggeriva il passaggio per i compagni e permetteva ai vari Cuadrado, Joaquìn e Mati Fernandez di esprimersi al meglio. Con il suo infortunio, e in attesa del miglior Gomez, la squadra ha perso un punto di riferimento importante lì davanti.

ILLUSIONE MATRI – L’ingaggio di Matri non è bastato a sopperire all’assenza di Rossi. L’ex attaccante del Milan è partito fortissimo con una doppietta e un assist, ma si è ben presto spento. Rispetto a Rossi, Matri offre molte meno opzioni offensive. Matri ha la sua zona di residenza nell’area di rigore avversaria e non è adatto a tirarsi dietro i difensori avversari, tanto più che, rispetto a Rossi, è molto meno tecnico e veloce. Inoltre, non è dotato della visione di gioco di Pepito e quindi, ha difficoltà nel dialogare con i compagni di squadra. Con Matri la manovra della Fiorentina è molto più prevedibile e le ali viola finiscono per non avere gli spazi adatti per agire.

PERCHE’ ILICIC IN PANCA? – Un giocatore che ha tecnica, tiro e velocità per cercare anche il tiro da fuori  la Fiorentina c’è l’avrebbe. Si tratta di Ilicic. Lo sloveno nelle ultime uscite, si è dimostrato il più in palla dei viola, ma, contro Parma e Lazio, Montella lo ha inspiegabilmente lasciato in panchina. Contro i biancocelesti non è neanche entrato in campo, nonostante la convincente prestazione in Europa League di tre giorni prima. In questo momento la Fiorentina non può permettersi di rinunciare a Ilicic, anche perchè, nè Matri, nè Joaquìn paiono avere benzina.

GOMEZ PER LO SPRINT – Montella poi dovrà iniziare a concedere più spazio a Gomez. I viola sono attesi ora da tre sfide con la Juventus tra campionato ed Europa League. Senza il tedesco la squadra di Montella rischia di ritrovarsi a marzo a lottare solo per un posto in Europa League, in attesa della finale di Coppa Italia. La squadra ha le potenzialità per eliminare la Juventus e   agganciare il terzo posto, ma occorre che Montella faccia le scelte giuste senza guardare in faccia nessuno. Al di là degli errori arbitrali e della sfortuna, gli obiettivi di inizio stagione sono ancora lì, a portata di mano. Occorre solo saperli cogliere.

Davide Luciani

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending