Davide Luciani
No Comments

Fiorentina senza benzina, Montella ai piedi di Gomez

Da quando Rossi si è infortunato, la Fiorentina ha conquistato nove punti in 8 partite. Ora servono i gol di Gomez per lo sprint finale

Fiorentina senza benzina, Montella ai piedi di Gomez
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Vincenzo Montella, ha difeso Neto e ora se lo godeVincenzo Montella, la sua Fiorentina è in crisi

Vincenzo Montella, la sua Fiorentina è in crisi

La Fiorentina è in caduta libera. Nonostante i numerosi stop subiti dal Napoli, i viola non riescono ad agganciare il terzo posto e questo la dice lunga sul momento no della squadra viola. A questo punto converrebbe più iniziare a guardarsi dietro che pensare in grande.

NO ROSSI, NO PARTY – La crisi viola è iniziata con l’infortunio di Rossi. Con lui in campo la Fiorentina aveva conquistato 36 punti in 18 gare, senza di lui, i punti sono diventati 9 in 8 match. La disparità è evidente. Senza Rossi la squadra ha perso sicurezza e incisività sotto porta. Le due sconfitte consecutive in casa, contro Inter e Lazio, la dicono lunga sul momento no della squadra. Rossi non era solo il terminale della squadra, ma soprattutto, colui che suggeriva il passaggio per i compagni e permetteva ai vari Cuadrado, Joaquìn e Mati Fernandez di esprimersi al meglio. Con il suo infortunio, e in attesa del miglior Gomez, la squadra ha perso un punto di riferimento importante lì davanti.

ILLUSIONE MATRI – L’ingaggio di Matri non è bastato a sopperire all’assenza di Rossi. L’ex attaccante del Milan è partito fortissimo con una doppietta e un assist, ma si è ben presto spento. Rispetto a Rossi, Matri offre molte meno opzioni offensive. Matri ha la sua zona di residenza nell’area di rigore avversaria e non è adatto a tirarsi dietro i difensori avversari, tanto più che, rispetto a Rossi, è molto meno tecnico e veloce. Inoltre, non è dotato della visione di gioco di Pepito e quindi, ha difficoltà nel dialogare con i compagni di squadra. Con Matri la manovra della Fiorentina è molto più prevedibile e le ali viola finiscono per non avere gli spazi adatti per agire.

PERCHE’ ILICIC IN PANCA? – Un giocatore che ha tecnica, tiro e velocità per cercare anche il tiro da fuori  la Fiorentina c’è l’avrebbe. Si tratta di Ilicic. Lo sloveno nelle ultime uscite, si è dimostrato il più in palla dei viola, ma, contro Parma e Lazio, Montella lo ha inspiegabilmente lasciato in panchina. Contro i biancocelesti non è neanche entrato in campo, nonostante la convincente prestazione in Europa League di tre giorni prima. In questo momento la Fiorentina non può permettersi di rinunciare a Ilicic, anche perchè, nè Matri, nè Joaquìn paiono avere benzina.

GOMEZ PER LO SPRINT – Montella poi dovrà iniziare a concedere più spazio a Gomez. I viola sono attesi ora da tre sfide con la Juventus tra campionato ed Europa League. Senza il tedesco la squadra di Montella rischia di ritrovarsi a marzo a lottare solo per un posto in Europa League, in attesa della finale di Coppa Italia. La squadra ha le potenzialità per eliminare la Juventus e   agganciare il terzo posto, ma occorre che Montella faccia le scelte giuste senza guardare in faccia nessuno. Al di là degli errori arbitrali e della sfortuna, gli obiettivi di inizio stagione sono ancora lì, a portata di mano. Occorre solo saperli cogliere.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *