Redazione

L’urlo di Djoko! annulla 4 match point e vince su Tsonga

L’urlo di Djoko! annulla 4 match point e vince su Tsonga
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

PARIGI, 6 GIUGNO – Quarto di finale da urlo quello sul Centrale del Roland Garros, opposti Novak Djokovic (1) e il francese Tsonga testa di serie numero 5. Una battaglia che ha visto Djokovic annullare 4 match point al beniamino del Chatrier prima di chiudere dopo 4 h e 9′ col punteggio di 6-1 5-7 5-7 7-6 6-1.

Partenza col botto per Djoko – Il serbo parte benissimo nel primo set  dove mette alle corde uno Tsonga spaesato lasciandogli 9 punti in 7 game giocati e nessuna palla break per strappare il servizio. Il numero 1 al mondo mette in chiaro dopo 21′, con un 6-1, che ha intenzione di mettere in pratica cio’ che si è augurato in settimana in conferenza stampa, ossia il desiderio di  battere Nadal sulla sua “Terra”.

Reazione esplosiva Tsonga – Nella prima parte del secondo set Djokovic sale di un break avanti, ma il francese comincia a martellare da fondo campo con palle sempre molto profonde le quali sorprendono Djokovic fino a costringerlo a cedere due volte il servizio; emblematico il 30% di punti guadagnati sulla seconda di servizio. Nel terzo set il nativo di Belgrado va ancora avanti, ma continua a soffrire la risposta aggressiva sulla seconda palla in battuta. E’ la fase del match dove Tsonga sembra prevalere sul numero 1 del mondo e aumenta la confidenza con i vincenti da fondo campo.  Ogni punto del francese viene sottolineato col boato del pubblico locale sempre più vicino al suo nuovo beniamino.

Quarto set decisivo – Il quarto set è quello decisivo in assoluto, i due tennisti si equivalgono negli errori non forzati e nei vincenti, Novak migliora la percentuale di prime di servizio, mentre Tsonga trova righe in ogni scambio. Sul 5-4 il francese arriva a due match point che il serbo annulla con due vincenti, quasi a testimoniare una forza mentale straordinaria. Lo stesso coraggio, lo si ammira in Djoko in altri 2 match point sul 6-5 Tsonga. Novak alza la testa, si prende del tempo per ogni turno di battuta, poi il cuore e la classe fanno il resto. Annullate le due palle del match dopo 43 scambi in due punti. Si arriva al tie-break con il numero 1 al mondo che si trova 2-0, ma subisce ancora uno straordinario Tsonga che restituisce gli scambi del game precedente e si porta avanti 4-2. Come una palla da biliardo che rimbalza da una sponda ad un’altra, il match sembra convergere per uno e poi per l’altro dei due campioni sul campo. Djokovic si vede rimontare da 6-4 a 6-6, poi chiude per 8-6 il tie break e le speranza del francese. Il quinto set è a senso unico 6-1 in 32′.

Daniele Maimone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *