Antonio Fioretto
No Comments

Talenti del futuro – Simone Scuffet

A 17 anni, Simone Scuffet rappresenta l'astro nascente della nostra scuola di portieri

Talenti del futuro – Simone Scuffet
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Simone Scuffet

Simone Scuffet, portiere promessa dell’Udinese

Frequenti il quarto anno di Ragioneria. Sei un ragazzo come tanti, con una passione grande così per il pallone. Provi ad inseguire un sogno: diventare un giocatore di grande livello. Un bel giorno, il 1 Febbraio 2014, quel sogno si realizza. Improvvisamente. Ti ritrovi catapultato in campo, in mezzo ai grandi, quelli che hai sempre visto in TV o dai sediolini di una tribuna. Mentre tu sudavi e lavoravi con la maglia delle giovanili. E coltivavi la speranza, un giorno, di giocare con loro. Ebbene, quel giorno è arrivato. Eccoti. Hai 17 anni, 8 mesi e 1 giorno. Devi difendere la porta dell’ Udinese. Ti chiami Simone Scuffet e sei un predestinato.

COME I GRANDI Esordire in Serie A a 17 anni non è cosa da tutti. Scuffet lo ha fatto, alla grande. Gigi Buffon esordì a 17 anni, 9 mesi e 22 giorni. Ciao Gigi, record battuto. Bologna-Udinese 0-0 è la gara della ribalta di Simone, nuovo portiere titolare dell’ Udinese, nonchè astro nascente del calcio italiano. Ha impressionato tutti: da Guidolin, che gli ha dato la maglia di numero uno, ai tifosi e gli addetti ai lavori, che hanno rivisto in lui i tratti dei più grandi di sempre. Lui, da parte sua, s’è rivestito di umiltà e ambizione, un mix potentissimo. Trascinato dalla voglia di giocare per la squadra della sua città, appunto l’Udinese.

NAZIONALE Simone Scuffet, come detto, è cresciuto nelle giovanili dell’Udinese ed è il primo giocatore friulano a vestire la maglia dell’Udinese dopo Fabio Rossitto. Classe 1996, s’è conquistato il palcoscenico grazie alla sua reattività e al suo indiscusso talento. Talento che gli è valso la doppia convocazione in Nazionale: prima nell’ Under 17 (19 presenze) e poi nell’Under 18 (finora 2 presenze). Una sommossa popolare potrebbe trovare riscontri nelle convocazioni di Cesare Prandelli: tutti vogliono Scuffet in Nazionale, già in Brasile. Chissà che il CT azzurro non accontenti tutti e lo porti in SudAmerica, magari sotto le ali di Buffon.

SCUFFET C’E’ In attesa del futuro, che si preannuncia piuttosto glorioso, Scuffet si gode il momento: 4 presenze finora con la maglia bianconera, 2 in Campionato e 2 in Coppa Italia. Brkic e Kelav non sembrano poter impensierire il giovane portiere, che fino alla fine della stagione quindi difenderà i pali al Friuli. I grandi club si stanno già muovendo per accaparrarsi il ragazzo, che però continua a concentrarsi sul presente. D’altronde, a 17 anni non si hanno tanti grilli per la testa. Soprattutto se la mattina ci sono i banchi di scuola ad aspettarti.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=H5fDloJ0biA[/youtube]

Antonio Fioretto (@FiorettAntonio)

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *