Connect with us

Focus

Napoli, la legge del San Paolo invade l’Europa

Pubblicato

|

Lo stadio San Paolo, l'arma in più del Napoli
Benitez allenatore Napoli

Benitez, tecnico del Napoli

6 Dicembre 1959. Lo Stadio del Sole viene inaugurato con la partita delle partite: Napoli-Juventus. Finirà 2-1 per la squadra del Presidente Cuomo, coi gol di Vitali e Vinicio. L’antipasto era servito. Alla prima uscita, quello che poi sarebbe diventato lo Stadio San Paolo, fece subito valere la propria legge. Quella Juventus avrebbe poi vinto il campionato, l’ undicesimo della propria storia, ma al San Paolo non ci fu nulla da fare. I vari Sivori, Charles, Boniperti furono annichiliti da quello che a distanza di mezzo secolo è definito, nella città partenopea, “il dodicesimo uomo in campo“.

L’ ORDA DI TIFOSI La legge del San Paolo non è cambiata. Anzi, è rimasta una costante che ha accompagnato le imprese degli azzurri nel corso degli anni, finanche ai giorni nostri. L’arma in più del Napoli è lo stadio, inteso come spinta, passione, tifo, incitamento di una magnifica tifoseria, che vive il calcio con una sacralità unica. Le gare in casa sono quasi sempre a senso unico. Violare il San Paolo è una vera e propria impresa, riuscita solo a poche grandissime squadre. In modo particolare, la storia europea della squadra campana ne è una lampante dimostrazione.

INFALLIBILI IN COPPA La stagione in corso ha visto il Napoli mai sconfitto nelle partite casalinghe. In Champions League, 3 vittorie su 3, ai danni di vittime piuttosto esimie: Arsenal (2-0), Borussia Dortmund (2-1), Marsiglia (3-2). In Europa League, è ancora fresca nelle menti degli appassionati la conquista della qualificazione agli ottavi contro lo Swansea: 3-1 il finale, seppur in sofferenza, coi gol di Higuain, Insigne e Inler. Bottino pieno, dunque. Quattro vittorie in altrettanti match giocati (in casa) in competizioni extra-italiane. E analizzando le statistiche generali, si scopre che il San Paolo è stato sempre un vero e proprio fortino europeo.

Il Napoli ha disputato 115 partite tra Champions, Europa League, Coppa Uefa e Coppa Intertoto. Di queste, 56 sono state disputate in casa. I risultati? Solo 7 sconfitte (una miseria) e ben 36 vittorie. Considerando solo le gare di Champions, la tesi prende ancor più valore: in 10 partite giocate dal Napoli al San Paolo non è arrivata nessuna sconfitta. 7 vittorie e 3 pareggi. Il rendimento interno del “ciuccio”, quindi, non lascia spazio ad interpretazioni. La legge del San Paolo non è rivedibile: in casa gli azzurri fanno paura.

Antonio Fioretto (@FiorettAntonio)

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending